Home » visioni

visioni

News perplessità visioni

Quanto lavoro creano ed eliminano i computer?

Secondo Vivek Wadhwa, della Singularity, eliminano nel breve termine più di quanto creino. Secondo altri non sarà un problema. I tecno-tecnici della Singularity possono pensare che l’abbondanza digitale sostituisca il bisogno di lavorare. Ma gli “umanisti” della Singularity si preoccupano. An inconvenient truth that the technology industry doesn’t want to face is that automation always eliminates more jobs than it creates. Technology provides tremendous benefit and can uplift humanity, but for the workers who are impacted, it causes unemployment and despair. The changes that...

Approfondimenti innovazione News perplessità visioni

Clayton Christensen: la finanza come baco di sistema del capitalismo americano

Dopo ogni recessione, tra il ritorno al livello di Pil precedente e il ritorno al livello di occupazione precedente c’è un intervallo di tempo crescente. Il ritardo è dovuto secondo Clayton Christensen a un elemento sbagliato del capitalismo americano: la logica della finanza. La spiegazione nel video è molto chiara. Vedi anche NyTimes: ci sono innovazioni di tipo diverso (empowering, sustaining ed efficiency innovations) e la finanza tende a investire i risultati in efficiency innovation che di per se non produce occupazione nuova. (Via Alberto Di Minin)
[youtube ]

partecipazione ricerche visioni

Edge 2015 e le macchine pensanti

La domanda di Edge di quest’anno è: che cosa pensi delle macchine che pensano? Domanda che tenta di impostare la discussione in modo da superare il pregiudizio (tecnocentrico o luddista). E che ha generato come sempre una quantità di idee bellissime da vedere su Edge. Una selezione è anche su Nòva. Paul Saffo chiarisce che il terrore per un mondo governato da intelligenze artificiali è comprensibile ma che un mondo privo di intelligenze artificiali è invivibile oggi. Tomaso Poggio suggerisce di rispondere in base a una ricerca sull’etica. Kevin Kelly invita a prendere atto del...

libri visioni

Fede, democrazia e terrorismo. Un libro di Eric Hoffer. Una considerazione di Martin Wolf

La domanda che Martin Wolf si pone sul Financial Times è quella che abbiamo in mente tutti: perché esiste gente che uccide per la sua fede e come devono rispondere le democrazie? (Ft, edizione a pagamento) Wolf cerca una risposta a partire dal libro di Eric Hoffer, pubblicato nel 1951, The True Believer: Thoughts on the Nature of Mass Movements (il libro è disponibile gratuitamente in pdf). La discussione passa velocemente intorno alle questioni del fanatismo, della religione, del nazionalismo e arriva a un’intuizione densa di conseguenze: il fanatico, quella persona che può uccidere e...

media visioni

The Future is Now! Maxxi 19 dicembre 2014 – 15 marzo 2015

The Future is Now! Il titolo paradossale della mostra che si può visitare al Maxxi di Roma (sala Sala Gian Ferrari e Sala Carlo Scarpa: 19 dicembre 2014 – 15 marzo 2015) ridefinisce la relazione con l’avvenire costringendoci a pensarla come conseguenza di ciò che facciamo nel presente. THEFUTURE IS NOW MAXXI: Lim Minouk The Weight of hands 2006 Comunicato (versione non integrale): THE FUTURE IS NOW! Opere dalla collezione di New Media Art del MMCA, Corea 19 Dicembre 2014 – 15 Marzo 2015 www.fondazionemaxxi.it People talk about the future being tomorrow, but the future is now! Nam...

visioni

Doc Searls e David Weinberger: internet è commons

Come il primo Cluetrain Manifesto, anche questa nuova versione tocca una corda fondamentale. Stiamo parlando delle idee di due straordinari conoscitori della rete. Persone che ne hanno assorbito la dinamica, che ci vivono dentro e che con la loro visione la sanno comprendere fino in fondo. Doc Searls e David Weinberger hanno partecipato alla prima versione e ora puntano alla nuova questione centrale. Le loro parole hanno conseguenze. E il loro messaggio oggi ci dice: internet è un bene comune. Internet non è il luogo delle novità. Internet è uno spostamento dell’asse della storia...

visioni

Il nostro Pil cresce. Un messaggio dalla Cina di Stefano Pierucci

Per la serie “Il nostro Pil è in crescita” ricevo e rilancio un pezzo dalla Cina di Stefano Pierucci, di Daxue Consulting. Perchè è importante conoscere l’economia Cinese All’interno del mercato mondiale, l’economia cinese riveste un ruolo in crescente evoluzione. Il volume degli investimenti cinesi all’estero sta rapidamente eguagliando l’impiego di capitali all’interno del paese ed entro i prossimi due anni lo stesso diventerà il più importante investitore nel mercato globale. Le aziende pubbliche cinesi (国有企业, 国营企业), oggi in ascesa, da sempre rappresentano la principale...

english (sort of) innovazione partecipazione visioni

Qualitative easing. Draghi’s possible way to deal with both deflation and growth

There is no best time for a monetary easing than a low inflation – or almost deflation – context. But “quantitative easing” is not the only solution. Which is good since buying national bonds with new digital money issued by the Central Bank seems to be an unconvincing solution. There could be a different way? Quantitative easing effects are not easy to asses. The matter has generated important and controversial studies. One problem is about the real impact that a quantitative effect has on growth: by lowering real interest rates it should positively impact investments, but there...

ricerche visioni

Edge presenta Chiara Marletto. La fisica del possibile e dell’impossibile

Un nuovo contributo di Edge: presenta il lavoro di Chiara Marletto una scienziata partita da Torino per arrivare a Oxford dove si occupa di fisica teorica. Ha lavorato all’idea del computer quantico e molto altro. Edge la presenta per il suo contributo alla formulazione di un approccio innovativo alla fisica. Un approccio che invece di considerare l’evoluzione di un fenomeno a partire dalle condizioni iniziali e leggi di movimento tenta di riformulare tutto in termini di “possibile e impossibile”. Basta leggere il pezzo su Edge per scoprire la fascinazione di questo...

visioni

Jamais Cascio: promemoria per come vediamo il futuro

All’Institute for the Future dicono: “La legge fondamentale degli studi sul futuro è che non esistono fatti sul futuro. Solo narrazioni”. Le previsioni in effetti non attraversano un momento di grande popolarità. L’Economist ha scritto in proposito: “L’economia è la scienza che studia perché le sue previsioni non si sono avverate”. E il successo di Nassim Taleb è connesso a queste vicende perché è orientato a ragionare sull’evoluzione dei fenomeni complessi negando il valore dei fenomeni tanto fragili da funzionare soltanto quando si riescono a...

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video

Post più letti

Post più condivisi