Home » News

News

media News ricerche

Istruzioni per iscriversi alla nuova newsletter

È ripartita la newsletter. La dedico per adesso alla media ecology. C’è bisogno di pensare ai media come parte integrante dell’ambiente: viviamo l’ambiente con la mediazione dei media che a sua volta ci influenza. Possiamo vivere in un ambiente sano o inquinato. Abbiamo cominciato a lavorare su questa metafora che è sempre meno una metafora tanto tempo fa. C’è bisogno di accrescere la nostra consapevolezza.
Per iscriversi alla newsletter:

Il primo numero è qui:
Le parole di Herzog su tecnologia e regia

News partecipazione ricerche

Esplorazione degli spazi a OpenZone

Gli uffici, le connessioni digitali, le abitazioni, si stanno fondendo in una nuova definizione del lavoro e della vita. le aziende reagiscono velocemente forse troppo. O forse troppo lentamente: erano decenni che si potevano fare le riunioni online. Ma l’esperienza del lockdown non passa senza lasciare tracce: Twitter dice ai collaboratori di andare in ufficio quando vogliono. Facebook annuncia che manderà il 50% dei suoi 45mila lavoratori in remote working. Un quarto dei lavoratori di Facebook, intervistati, hanno detto che se andranno in lavoro da remoto andranno ad abitare in un’altra...

News perplessità

Donne e madri al lavoro: in Usa l’ineguaglianza salariale è per le madri

I migliori libri sulle donne e il lavoro negli Stati Uniti consigliati da Myra Strober, economista a Stanford, offrono un insieme di informazioni sull’ineguaglianza salariale, di carriera e in generale lavorativa tra uomini e donne. Strober offre peraltro una sottolineatura decisiva: tra gli uomini e le donne senza figli non ci sono grandi differenze; le differenze forti sono tra gli uomini e le donne con figli. Se fosse confermato l’ineguaglianza di genere sul lavoro nel nuovo millennio sta lasciando il passo all’ingiustizia contro le madri sul lavoro, collegata probabilmente a...

Attenzione media informazione media News

Coronacrisi. Fake e piattaforme, si può fare di più

Whatsapp limita il numero di persone alle quali si può forwardare qualcosa di molto condiviso per applicare una strategia di contenimento alla diffusione di false notizie. La necessità di fare qualcosa di concreto contro il falso è resa più cogente ora che l’epidemia richiede la massima attenzione alla qualità dell’informazione. Le piattaforme possono fare di più. E se vogliono lo fanno: TechReview, WhatsApp is limiting message forwarding to combat coronavirus misinformation

News perplessità

Il Pentagono usa Zoom, nonostante tutto

Nonostante i rischi per la cybersecurity, a quanto pare, il Pentagono usa anche Zoom. Lo riporta tra l’altro Defence One: The Pentagon Is Using Zoom. Is it Safe?
Zoom ha messo online un po’ di informazioni per spiegare quello che sta facendo allo scopo di migliorare le sue qualità in termini di cybersecurity: a message to our users

Attenzione media informazione media News

Coronacrisi. Epidemia, censura e giornalismo

Un pezzo importante della Columbia Journalism Review: COVID-19 is spawning a global press-freedom crackdown Nonostante la qualità della risposta alle epidemie dipenda dalla qualità dell’informazione per i cittadini, in molti paesi le notizie sono distorte o censurate: «IN HIS REMARKS TO THE MEDIA and the public, World Health Organization director general Tedros Adhanom has regularly emphasized that accurate, timely information is essential to fighting the COVID-19 pandemic. Yet around the world, governments are cracking down on journalists and implementing sweeping restrictions under the...

News

Avete visto Luca Chittaro sulla resilienza?

Il video della mini-conferenza live "La Resilienza (in 15 minuti)", che ho appena tenuto qui su FB. Dato che la parola #resilienza viene usata sempre più, soprattutto in questo periodo, ma spesso in modi ambigui ed errati, mi sono focalizzato sul rispondere a 2 domande: 1) Cos'è la resilienza? 2) Come si può migliorare la propria resilienza, basandosi sulla letteratura scientifica?Dato che il feedback (pubblico e privato) che ho ricevuto dal gruppo di ascolto ristretto è stato positivo, ho reso il video condivisibile a tutti. Nel raccontare le cose, mi sono rivolto ad un...

innovazione News

Coronavirus. Per chi vuole il contact tracing: GPS o Bluetooth?

Tutta la discussione sul tracciamento delle persone utilizzando i cellulari per contenere la diffusione del virus va avanti tra preoccupazioni sulla privacy, realismo sanitario e scarsa coerenza. Una domanda resta: se non ci sono tamponi e si sa poco di chi è infetto perché tracciare? A questo si sta certamente pensando, ne sappiamo meno di quanto servirebbe. Sta di fatto che comunque il contact tracing avanza. E la tecnologia che lo fa funzionare qual è? Molti sostengono il GPS che mostra la localizzazione dei telefonini i cui possessori sono abituali utilizzatori delle mappe (Sole). Altri...

Big data News partecipazione

Coronavirus. Mentre si cercano i Big Data, torna l’esigenza di Campioni Statistici

Fabio Sabatini segnala, in un interessantissimo thread su Twitter poi raccolto in un post su Facebook, l’iniziativa di Giorgio Alleva e altri per proporre un’indagine a campione per stimare i parametri fondamentali dell’epidemia… In pratica si tratta di raccogliere dati su come funziona l’epidemia analizzando gli italiani a campione e non soltanto considerando le analisi che si fanno normalmente, in modo da avere un’informazione che rappresenti tutti gli italiani e non soltanto quelli che per qualche motivo sono stati analizzati. In Germania questo tipo di indagine, si direbbe, è...

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video

Post più letti

Post più condivisi