Home » partecipazione

partecipazione

libri News partecipazione

Ma che divulgazione! Dalla giuria del premio Galileo

Partecipando alla giuria del Premio letterario Galileo per la Divulgazione Scientifica ci si rende conto che la parola importante è “letterario” e la parola ambigua è “divulgazione”. La divulgazione è inevitabilmente un concetto che pur partendo da un’esigenza di inclusività sconfina nel parternalistico, suggerendo etimologicamente che l’élite spiega al “volgo” quello che dovrebbe sapere della scienza. La letteratura invece è una strumentazione per una vera e propria ricerca ma non è riservata ai soli specialisti perché è fondamentalmente universale: in...

Educazione strategica innovazione media partecipazione Post ricerche

Knowledge management: sta per partire il corso di quest’anno all’università di Pisa

Il corso di knowledge management all’università di Pisa sta per iniziare. Il primo appuntamento è il 21 marzo. Il calendario completo è sul sito dell’università. La conoscenza è al centro della generazione di valore, nell’economia contemporanea. E l’economia è immersa nel senso sociale, culturale, ecologico che la contemporaneità riesce a produrre e riconoscere. Le dinamiche di creazione, memorizzazione, elaborazione, comunicazione, applicazione della conoscenza diventano le dinamiche essenziali delle organizzazioni, aziendali e non. Il management non è più il semplice supporto operativo che...

libri News partecipazione

Adam Tooze riprende il tema della crisi dell’élite

Adam Tooze è l’autore di Crashed, una storia della crisi finanziaria del 2008 molto critica e piuttosto visionaria. Ne propone un’interpretazione orientata ad andare oltre la congiuntura per cercarne il senso strutturale. Ne discute in un’intervista per Jacobin. Che riprende il tema della super-narrazione iper-liberista tipo quella lanciata da Margaret Thatcher e che si configura programmaticamente come un pensiero unico, esplicitamente richiamato con la convinzione espressa più volte dalla premier inglese secondo la quale “non c’è alternativa”. Quel pensiero unico ha talmente...

Attenzione media Economia Felicità innovazione partecipazione persone Post ricerche

Joi Ito: The Practice of Change

I strongly recommend reading and commenting Joi Ito’s The Practice of Change. How I survived being interested in everything. Joi starts with an Abstract: “Over the last century civilization has systematically supported a market- based approach to developing technical, financial, social and legal tools that focus on efficiency, growth and productivity. In this manner we have achieved considerable progress on some of the most pressing humanitarian challenges, such as eradicating infectious diseases and making life easier and more convenient. However, we have often put our tools and...

libri News partecipazione

A proposito di Leonard Cohen

Segnalo volentieri: “Venerdì 18 Gennaio 2019, 17:45 – Sala del Risorgimento, Museo Civico Archeologico di Bologna, Via de’ Musei 8. Ingresso libero fino a esaurimento dei posti. Chiacchierata con musica insieme a Silvia Albertazzi, Edoardo Balletta, Luigi Contadini, Elena Lamberti, Francesco Vitucci. All’arpa, Francesco Benozzo – Modera, William Piana, Radio Città Fujiko 103.1. In collaborazione con: Libreria Trame, Clopex – Centro di Studi sulle Letterature Omeoglotte dei Paesi Extraeuropei, Museo Civico Archeologico di Bologna, Associazione Culturale ARCHI...

partecipazione perplessità Post

Ironia sovrana. Le élite vecchie e nuove. Chiose a Baricco

Alle ricorrenti crisi delle élite sono dedicate intere biblioteche. In generale, i problemi connessi sono legati alla forma dei moti popolari che le mettono in difficoltà, alle loro cause di fondo e immediate, alle loro conseguenze. Ma c’è una costante: la crisi delle élite significa anche la crisi del discernimento tradizionale intorno a ciò che è giusto, vero e bello. Ed è una forma del rinnovamento storico, necessario, salutare. Spesso le dinamiche si assomigliano. Gerarchie sociali troppo bloccate, con ascensori sociali troppo fermi, finiscono per collassare di fronte a difficoltà...

innovazione partecipazione Post

KRINO – informatica umanistica da Pisa al mondo

Studenti di Pisa hanno fondato l’associazione per l’informatica umanistica. Si chiama Krino. E merita sostegno il suo appello: “Designer, filosofi, programmatori, storici, giuristi, hacker, cittadini dell’ecosistema digitale tutti: quest’appello è per voi. Siamo un gruppo di studenti ed ex studenti di Informatica Umanistica all’Università di Pisa, mossi dall’esigenza di abbattere i muri disciplinari che ancora dividono il sapere scientifico da quello umanistico, falsamente rappresentati ai due poli distinti della conoscenza.” Falsi poli della conoscenza!!! Hanno ragione questi...

media News partecipazione ricerche

ARTificial Intelligence Lab

Una call per artisti interessati a una ricerca che tenga conto delle possibilità offerte dall’intelligenza artificiale e la scienza cognitiva in termini di interfaccia con la ricerca di senso… Ecco il comunicato: “Ars Electronica initiates European ARTificial Intelligence Lab Europe-wide platform launches with open call (Linz, January 9, 2019) Together with twelve renowned art and cultural institutions, Ars Electronica is launching the European ARTifical intelligence Lab. The Europe-wide initiative, set to run for three years, is co-financed by the Creative Europe programme of the...

Bill of rights News partecipazione perplessità

Il premio al Liceo Petrarca di Trieste per la sua mostra sulle leggi razziali italiane

La vicenda della mostra sulle leggi razziali italiane – annunciate dal dittatore fascista Benito Mussolini a Trieste nel 1938 – realizzata dai ragazzi del Liceo Petrarca di Trieste ha un lieto fine. La mostra era nata da un progetto di alternanza scuola lavoro. E liceo la voleva promuovere, avendola di fatto co-organizzata con il Dipartimento di studi umanistisci dell’Università, il Museo ebraico, l’Archivio di Stato e il Comune, che doveva ospitare la mostra. L’inaugurazione era prevista a metà settembre. Ma a fine agosto l’assessore comunale alla “cultura” Giorgio...

News partecipazione perplessità

Anche ad Harvard si vogliono editare gli umani

Il dean della Harvard Medical School, George Daley, ha detto al Summit sull’editing genetico di Hong Kong, che modificare il DNA umano è giusto. Anche se si tratta di modifiche che possono cambiare il corso dell’ereditarietà. Lo scienziato cinese che ha modificato gli embrioni delle gemelle appena nate, He Jiankui, non ha sbagliato nella sostanza ma nella forma, dicono ad Harvard, anche sulla scorta della famosa frase di George Church secondo il quale se si può fare qualcuno lo farà. In realtà, il problema è proprio quello di sviluppare un pensiero che consenta di capire se e a quali...

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video