Home » ricerche

ricerche

Big data informazione News ricerche

Il futuro del data analyst

Secondo McKinsey, potrebbe essere una questione di socialità e senso critico, più che di matematica. Data la crescente complessità delle analisi richieste e rese possibili dall’attuale ambiente di big data e deep learning, alla fine il data analyst potrebbe avere tra l’altro il ruolo di costruire network di persone che interpretano i pattern emergenti e un facilitatore del senso critico necessario per vincere i pregiudizi che spesso impediscono agli umani di trarre le più razionali conseguenze dalle analisi quantitative (McKinsey).

innovazione perplessità Post ricerche

Doctor Who + Doctor No = Doctor He

Secondo i resoconti (TechReview, AP, ecc.) la storia è questa. He Jiankui (LinkedIN) è un genetista cinese che dopo un post-doc a Stanford è tornato in madrepatria a lavorare a un progetto pazzesco, che in America sarebbe stato vietato: modificare geneticamente embrioni umani. Dice che intende usare il CRISPR-CAS9 per eliminare le malattie. E che è contrario a fare gene editing per migliorare le prestazioni umane. Intanto, comunque, ha lavorato su centinaia di embrioni. E negli ultimi giorni è venuto fuori che una coppia di gemelline è nata dopo un intervento di He: il Dottore ha chiuso la...

News ricerche

Ocse: il futuro del benessere

In Corea si sta svolgendo il Forum dell’Ocse su “statistica, conoscenza e policy”, intitolato “The future of well-being”. Joseph E. Stiglitz ha detto: «If we do not look at the things that matter in life – whether that is inequalities, how people feel they are doing, their health and capabilities, or environmental sustainability – we cannot make the right choices for people, societies and the planet.» Sono stati lanciati due report: Un eccesso di concentrazione sul Pil ha impedito di vedere l’arrivo della crisi strutturale del 2008. E la concentrazione sugli indicatori...

innovazione News ricerche

La misura dell’internet delle cose

Un paper dell’Ocse sulla misurazione dell’internet delle cose. A partire dalla misurazione della capacità di banda che finirà per assorbire. Una questione tutt’altro che triviale, considerando che gli oggetti domestici connessi consumano poca banda, ma una sola automobile autonoma potrebbe produrre 4mila gigabyte al giorno di dati, l’equivalente di 3mila smartphone (Ocse).

News ricerche

Il sé tecnologicamente modificato di Peter Galison

Un intervento di Peter Galison per Edge sulla trasformazione del sé.
«The general project that I’m working on is about the self and technology—what we understand by the self and how it’s changed over time».
«I see a new notion of the self emerging; we start by modeling artificial intelligence on a conception of who we are, and then begin seeing ourselves ever more in our encounter with AI».

Economia Felicità innovazione libri partecipazione perplessità Post ricerche visioni

Appunti su “Oltre l’infinito” di Mauro Magatti

Un libro coltissimo, coraggioso, da non perdere. Un libro per spiriti liberi. Un libro che non risolve i problemi che pone coerentemente con il suo programma. “Oltre l’infinito” di Mauro Magatti (Feltrinelli 2018) è un ulteriore prova della capacità dell’autore di arrivare all’attualità per superarla con la prospettiva. Appassionante lettura per chiunque si domandi come si sia potuti arrivare alla profondità della crisi attuale, senza cedere di un passo dalla convinzione che qualcosa si possa pur fare per uscirne. Questi sono appunti veloci, in vista della presentazione del libro:...

innovazione News perplessità ricerche

Guidare il “gene drive”

Gene drive: tecnologie che servono a creare e diffondere mutazioni genetiche in certe popolazioni di viventi. Possono, per esempio, servire a estinguere le specie di zanzare che portano la malaria. Oppure possono essere usate per creare armi letali. Ne parla oggi l’Economist (accesso a pagamento).
L’etica diventa sempre più centrale nei processi di sviluppo tecnologico e scientifico.

Educazione strategica innovazione media partecipazione Post ricerche

In ogni epoca, l’apprendimento è un progetto che interpreta la matrice culturale e tecnologica fondamentale

Secondo appuntamento, ieri, della nuova serie di incontri sulla trasformazione digitale all’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles. Quest’anno il titolo è “Make digital right”. Gli incontri tra ricercatori che si occupano di filosofia e scienza si svolgono al Bozar, alle 19:30. Ieri era la volta di Stefano Moriggi, filosofo che insegna a Brescia, Parma e Milano, e di Carey Jewitt, professore di apprendimento e tecnologia a University College di Londra. Il titolo della serata era: “Learning in the digital age”. Stefano Moriggi ha definito il campo di lavoro. La “digital age” è un periodo...

Educazione strategica Post ricerche

L’estetica e l’intelligenza artificiale: aumentare e amputare le capacità umane

È cominciata ieri la nuova serie di incontri sulla trasformazione digitale all’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles. Quest’anno il titolo è “Make digital right”. Gli incontri tra ricercatori che si occupano di filosofia e scienza si svolgono al Bozar, alle 19:30. Ieri era la volta di Mauro Carbone, professore di filosofia all’università Jean Moulin Lyon 3, e di Amélie Cordier, direttrice scientifica della Hoomano, azienda che produce intelligenza interattiva per robot sociali, basata anch’essa a Lione in Francia. Il titolo della serata era: “Esthétique de la vision numérique. Comment la...

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video