Home » informazione

informazione

Attenzione media informazione

Non è palloso ciò che è serio…

Dal 2004 a oggi, i giornali hanno più che raddoppiato il numero di articoli nei quali parlano di giornali. Ma le persone che usano il web hanno più che dimezzato il numero di ricerche online contenenti la parola “newspapers”. Lo si può verificare, con tutte le cautele metodologiche del caso, consultando Google Trends. Il che suggerisce che il problema dei giornali nell’epoca di internet cambia a seconda dei punti di vista. Per il pubblico, le difficoltà dei giornali non si traducono – apparentemente – in un problema (per esempio in una scarsità di informazione)...

informazione

Kremlino blog

HELSINKI, April 21 (Reuters) – Russian President Dmitry Medvedev said he will launch a personal blog on popular Internet site Live Journal on Wednesday, but the Kremlin promised to tightly control who can comment on his work.

Attenzione media informazione

Dibattito dei post giornali

Il terrore che pervade il mondo dei giornali continua. L’impatto di internet non è facile da assorbire e l’esempio del disastro avvenuto nel settore della musica, per la scarsa lungimiranza delle major e per la difficoltà a innovare il modello di business, fa pensare alle più gravi conseguenze. Il dibattito si muove tra chi sostiene il superamento della figura dei giornali – e dei giornalisti – e chi pensa che tutto quello che conta sia rinnovare il modello di business. La confusione delle analisi è particolarmente grande. Anche perché tutto rischia spesso di ridursi a...

informazione

Modello di business nuovo per contenuti vecchi?

Discussione intorno a da una colonna di Walter S. Mossberg dedicata a True/Slant. Il modello di business del sito di informazione è innovativo, dice Mossberg, perché paga i giornalisti in ragione delle pagine viste e ammette blogger pubblicitari nell’aggregatore. Si può discutere se questo sia innovativo, ma è interessante l’obiezione di Paul Boutin che dice più o meno: ho guardato il sito, non ci ho trovato nulla da leggere, e mi domando che cosa ce ne facciamo di un modello di business innovativo se i contenuti sono poco innovativi? Mossberg è di solito concentrato sulla...

informazione visioni

Obbedisco

Il nuovo direttore scrive: “Ringrazio l’editore per l’opportunità di lavorare con le colleghe e i colleghi del Sole 24 Ore nella stagione che trasformerà il mondo. (…). La coscienza della radicalità della nostra stagione, e la fiducia serena nella saggezza necessaria per uscirne rafforzati, ci guideranno ogni giorno, come sempre al servizio di voi lettori”. Quindi, l’inizio è buono. E sinceramente sono convinto che il tentativo di far seguire a queste parole le azioni sarà fatto fino in fondo. La consapevolezza del cambiamento radicale che stiamo vivendo...

informazione

Direzione

In questo momento, la prima riunione di redazione con il nuovo direttore del Sole 24 Ore, Gianni Riotta.

informazione

Giornali come intellipedie

Martin Langeveld propone l’idea della della “cascata di contenuti” come metafora del nuovo mondo dell’informazione. Un’enorme quantità di notizie, opinioni, reazioni, background, che va gestita, incoraggiata, guidata… E osserva che i giornali potrebbero occuparsene come un’Intellipedia.

Attenzione media informazione

Dissociated press

L’Associated Press ha deciso di perseguire tutti i giornali e blog online che utilizzano, riassumono, aggregano e citano le sue notizie. Non è detto che i tribunali puniranno i presunti “pirati dell’informazione”. E non è detto che l’Ap possa davvero guadagnare da un’attività costosa e di incerta riuscita come quella che evidentemente è necessario fare per trovare tutti coloro che usano più o meno indebitamente le sue news. Ma è una voce che si aggiunge al coro di proteste degli editori contro l’uso gratuito di tutto online. A sua volta, sul giornale...

informazione

Spot.us radicalmente diverso

Un resoconto positivo su Spot.us di Sarah Perez per ReadWriteWeb. Con un’intervista al promotore David Cohn. Che vuole un giornalismo radicalmente diverso. Che le persone e le comunità vorranno volontariamente sostenere.

informazione

L’informazione dalle persone

In un minuto dalla scossa, otto persone hanno dato la notizia su Twitter. La notizia è arrivata sulla Repubblica online dopo una trentina di minuti.
La mattina presto dopo il terremoto Cnn e Bbc hanno cercato testimoni via Twitter per poter avere informazioni di prima mano.
Un’occasione terribile per trovare un esempio del rapporto di collaborazione che può emergere tra il sistema delle news professionali e le informazioni che si scambiano le persone. I giornali che ne vogliano fare buon uso dovrebbero conoscerne bene le possibilità.
E c’è un resoconto sul Corriere.

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video

Post più letti

Post più condivisi