Home » innovazione

innovazione

innovazione News ricerche

Aspettando una rete in Italia per le telecomunicazioni

Raccontano che oggi i due operatori che stendono la banda larga in Italia aspettano i permessi dei comuni e poi cominciano, come Maspes e Gaiardoni, a fare un surplace strada per strada per vedere dove passa l’altro o dove si intoppa scovando tubi e cavi di altre società: si spende meno se si aspetta di vedere dove l’altro sbaglia e si evita lo stesso errore. Ancora una volta è partita l’eroica costruzione di un’infrastruttura in italia. I soldi che insieme spenderanno saranno in grado di tornare grazie all’aiuto del pubblico e in base al fatto che comunque la domanda di banda è...

aaa Lavoro del futuro innovazione Post ricerche

Imparare il lavoro del futuro: il mezzo è la formazione

Non esiste formazione per un lavoro che non si conosce? Esiste preparazione. Come si organizza una scuola che prepara nel contesto della rete? Pensando la matrice culturale della rete, risponde Stefano Moriggi. Il mezzo è la formazione. La rete è nata dalla matrice culturale della scienza. Insegnare nel mondo della rete significa mettere insieme piccole comunità di ricerca. È una delle scoperte che si fanno indagando sulla relazione tra formazione e trasformazione del lavoro, almeno secondo gli intervistati per la nona puntata della serie dedicata al lavoro del futuro sul Sole… Molti i...

innovazione News perplessità

Biohacker

Le tecniche di modifica del DNA stanno trasformando la biotecnologia. Si modificano informazioni agendo sullo hardware che le incarna. Due notizie:
Locana è una startup che sta cercando di usare il CRISPR per modificare non il DNA ma l’RNA e così attaccare malattie come il morbo di Huntington (TechReview).
Phil Libin, ex CEO di Evernote e oggi CEO di AI studio All Turtles dichiara che il suo biohacking è il digiuno (FastCompany).
Le parole possono essere tirate dove si vuole.

aaa Lavoro del futuro innovazione libri partecipazione Post ricerche

Due scenari per il lavoro del futuro

Sono passati quasi vent’anni dalla pubblicazione de “Il lavoro nell’epoca della fine del lavoro” di Ulrich Beck. Il sottotitolo dell’edizione italiana curata da Einaudi era “Tramonto delle sicurezze e nuovo impegno civile”: la prima parte della frase si è avverata. Il corpo del libro era dedicato all’analisi di scenari collegati all’emergere di un’economia basata sull’informazione. La discussione non si è molto allontanata dalle questioni sollevate da Beck: l’informatica modifica le logiche del lavoro, mette in discussione i posti di lavoro tradizionali, aumenta le possibilità di progettare...

aaa Lavoro del futuro innovazione partecipazione Post ricerche

Il lavoro del futuro e l’ecosistema

La grande azienda espelle manodopera. Ma non necessariamente riduce l’occupazione. Questa apparente contraddizione si scioglie se la grande azienda si trasforma in una piattaforma che alimenta un ecosistema e abilita la fioritura di iniziative esterne che complessivamente danno più lavoro di quanto la grande impresa ne espelle. È un ragionamento che deriva dall’unione dell’esperienza tipica delle grandi piattaforme digitali, nella quale la comunità degli sviluppatori è spesso più grande dell’azienda che crea la tecnologia che li accomuna. La Microsoft è l’esempio di questa relazione. Ma la...

aaa Lavoro del futuro innovazione libri News ricerche

Il lavoro del futuro e la polarizzazione

Continua la ricerca sul lavoro del futuro. Anche oggi sul Sole un articolo che si focalizza sulle conseguenze delle attuali tendenze e il rischio di una forte polarizzazione tra gli inclusi nell’area dell’economia che progredisce velocemente e coloro che restano ai margini. David Autor e Anna Salomons, rispettivamente dell’Mit di Cambridge nel Massachusetts e di Utrecht in Olanda, ne parlano con dovizia di particolari nel loro paper intitolato “Does productivity growth threaten employment?” dedicato appunto al dubbio secondo il quale la crescita della produttività potrebbe minacciare...

innovazione media News

Retroguardie. Toys R Us e Rolling Stone. Non basta il digitale a spiegare la crisi

Toys R Us è stato un luogo mitico dell’epoca consumista. Ora si appresta alla bancarotta. Molti dicono che è per la concorrenza dell’ecommerce. Ma è anche perché si è indebitata invece di rinnovarsi. Il retail non è soltanto un problema di retail: è anche un problema di relazione tra marchi, pubblico e logistica. Altri riescono a ridefinire meglio il ruolo delle catene di negozi in questo contesto, pensandole come parte di una piattaforma o di un mondo di esperienze. Il fatto è – dice un analista – che senza il debito Toys R Us sarebbero ancora abbondantemente in utile. La scelta...

innovazione media News

Washington Post automatico

A quanto dice Digital Trends, Heliograf ha già scritto 850 storie pubblicate sul Washington Post. Heliograf è un pezzo di intelligenza artificiale dedicato a fare giornalismo automatico.
Vedi:
Digital Trends – A ROBOT NAMED HELIOGRAF GOT HUNDREDS OF STORIES PUBLISHED LAST YEAR
Washington Post – The Washington Post experiments with automated storytelling to help power 2016 Rio Olympics coverage
Vedi anche:
Andreas Graefe. Il giornalismo automatico è credibile
Giornalismo automatico

aaa Lavoro del futuro innovazione partecipazione Post ricerche

Lavoro del futuro. La resistenza non è futile. Le aziende e le persone vincono insieme

La ricerca sul lavoro del futuro continua nel posto dove è ovvio scavare: la gig economy. Ma guardandola da un punto di vista speciale. La piattaforma per la gig economy è costruita da qualcuno. L’azienda che la produce è fatta di persone. Dietro lo schermo dal quale prendono gli incarichi i lavoratori della gig economy ci sono altri lavoratori: creativi, orientati al progetto, dotati della cultura che serve – secondo tutte le analisi – a coltivare una strategia lavorativa potenzialmente vincente per il futuro. Ma se dietro lo schermo ci sono queste persone, che sanno come...

innovazione News

Perché iPhoneX dovrebbe segnare i prossimi dieci anni?

Ascoltando Tim Cook ieri si aveva il dubbio che quello che diceva dell’iPhoneX fosse troppo o troppo poco. Nel senso che l’affermazione secondo la quale questo modello segnerà i prossimi dieci anni come il primo iPhone ha segnato i dieci anni appena trascorsi era poco motivata dai fatti raccontati esplicitamente; e l’unica spiegazione era che Tim Cook in qualche modo sottindendesse fatti che non esplicitava. Come ogni volta che salta fuori una tecnologia piuttosto significativamente nuova viene voglia di capire dove può portare. Ebbene, l’iPhoneX ha un chip dedicato al machine learning, un...

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video