Leadership culturale nell’architettura dell’informazione

Leadership culturale nell’architettura dell’informazione

Oggi al Summit dell’Information Architecture gli interventi hanno mostrato, a mio parere, come la ricerca dell’essenziale sia l’obiettivo di un grande percorso di progettazione. 

Mentre Dan Klyn, Luisa Carrada, Massimo Crucitti e Luciano Floridi parlavano si leggeva un sottotesto. L’infosfera nella quale appunto opera l’architettura dell’informazione è un sistema complesso (v.o. “a mess”). Non è un insieme di problemi e soluzioni. Si descrive per mappe, si modella in modo semplice, se ne parla con brevità, precisione e leggerezza. In un contesto che impara ad accogliere l’incertezza. Il potere è controllare le domande che guidano la generazione di risposte. Le domande possono essere convenzionali, oppure sfidanti. 

La lealtà all’essenziale può essere l’origine di una leadeship culturale che può sfidare il potere consolidato di chi definisce le domande in modo convenzionale. Imho.

Articoli Correlati

Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>