Home » Post

Post

Attenzione media informazione Post

Creatività. Esiste un movimento per il giornalismo performativo

Il giornalismo non è quella cosa che viene pubblicata sui giornali. È una disciplina di ricerca che con un metodo abbastanza artigiano – fatto di documentazione, verifica, indipendenza, accuratezza, legalità – produce conoscenza. Magari non è sempre scoperta, più spesso è svelamento, o almeno diffusione per un pubblico più vasto di qualcosa che sapevano in pochi. Un pubblico informato è l’obiettivo del giornalismo. I giornali, nella loro forma tradizionale, sono solo una delle soluzioni per fare incontrare il giornalismo con il pubblico. Da un po’ di tempo, il giornalismo si fa...

Attenzione media english (sort of) informazione Post

Can journalism be the next big thing? Notes during #SEEMF2015

What publishers use to call “new technologies” are not new anymore. The audience lives in a digitized world using more and more the smartphone to connect, record and compute relevant information and giving to it most of its time and attention. What is less and less understandable for them is the set of activities that didn’t adapt to this environment. Examples? Public administration, politics, and often, newspapers. The infosphere is real now. And it has problems. Journalism has a future. If it doesn’t think at “digital” as “the uncertain future” but as...

Economia Felicità partecipazione Post

Manifestazione pacifica all’università di Bucharest contro la corruzione

Ventimila persone in piazza all’università di Bucharest hanno dato una spallata memorabile al governo. I ragazzi di Bucharest, le famiglie, le persone contrarie alla corruzione che sembra dilagare in Romania si trovano a migliaia davanti all’università. Non hanno leader. Si informano e si organizzano via internet e si trovano nel posto stabilito. Il loro obiettivo è soltanto essere tanti. Per esporre i loro cartelli. Sono riusciti a concentrare l’attenzione. Il premier si è dimesso, accusato a sua volta di corruzione. L’occasione scatenante è stato l’incidente in un nightclub nel quale sono...

Economia Felicità media Post

La leadership potenziale del museo

Notevole giornata al Maxxi sul ruolo dei musei nell’infosfera. Proprio il giorno dopo il lancio dell’iniziativa del Mibac sulla digitalizzazione dei musei.  I musei statali italiani sono oltre trecento, meno della metà ha un sito e meno della metà di quella metà lo ha fatto cinque anni fa. Ingaggio del pubblico, facilità d’uso, soluzioni visuali, presenza sensata sui social, sono argomenti di minoranza, ancora. Come se si trattasse di un ritardo nell’abbracciare le “nuove tecnologie” mentre è semplicemente disinteresse e sciatteria nei confronti del pubblico. Che non pensa a...

partecipazione Post

La giostra digitale. I tagli di spesa, la banda stretta, lo storytelling

I giornali segnalano che, se non verrà cambiata, la legge di stabilità prevede un taglio della spesa digitale della pubblica amministrazione valutato in un 50% (Stampa, Fatto, AgendaDigitale, Sole). Se il testo è quello pubblicato da Repubblica, ci vuole davvero una perizia da tecnici per leggervi la prova di questo taglio del 50%. Va ricordato peraltro che secondo Cottarelli era impossibile sapere quanto spende la pubblica amministrazione in computer, software e telecomunicazioni. Di solito si dice che la spesa informatica e telematica della pubblica amministrazione è attorno ai 5/6 miliardi...

Bill of rights perplessità Post

Telecom Italia, legge sulla sorveglianza francese, sicurezza nazionale, diritti

Due gruppi francesi, a quanto pare, stanno tentando di prendere il controllo della Telecom Italia. Un ministro francese loda le mire dei “conquistatori”. Il governo italiano si domanda come difendere una azienda di interesse nazionale (Sole, Sole, Corriere). L’idea di un intervento governativo viene messa in discussione da chi sostiene che la Francia fa parte dell’Europa. Ma si dovrebbe tener conto della nuova legge sulla sorveglianza, passata dal parlamento transalpino recentemente. La legge consente a diversi enti francesi di usare i dati raccolti con sistemi simili alla...

innovazione partecipazione Post

Digitale Italia: è ora di darsi una mossa

Bene. La congiuntura economica sembra favorevole. Le riforme prioritarie, piacciano o no, sono avviate e in qualche caso realizzate. L’Expo è andato. Le startup aumentano. I finanziamenti un po’ crescono. La scuola ha annunciato le sue strategie. La cultura ribadisce la defiscalizzazione dei contributi. Le tasse forse scendono. La fiducia degli italiani aumenta. I motivi per dire che il governo sta facendo bella figura non mancano. Ci si potrebbe permettere di fare anche cose di fondo che non hanno tanto impatto mediatico ma servono molto al paese. Come l’effettivo lavoro che serve alla...

Bill of rights Neutralità News perplessità Post

Principi e fini. Strategia della confusione in Europa sulla neutralità della rete

I commenti di oggi sulle decisioni del Parlamento europeo in merito alla neutralità della rete sono molto divergenti. Il vice presidente della Commissione, Andrus Ansip, uno che teoricamente ci capisce, è molto soddisfatto. Tim Berners-Lee, uno che ci capisce di sicuro teoricamente e praticamente, è molto preoccupato. La lista dei critici è lunghissima: Barbara van Schewick, Edri, Quadrature du net, Marietje Schaake e così via. Notizie: BBC, Techcrunch, Businessinsider, The Verge, e così via. Ansip dopo il voto di oggi: “The voice of Europeans has been heard. Today’s vote is the final...

Attenzione media Post visioni

Leadership culturale nell’architettura dell’informazione

Oggi al Summit dell’Information Architecture gli interventi hanno mostrato, a mio parere, come la ricerca dell’essenziale sia l’obiettivo di un grande percorso di progettazione.  Mentre Dan Klyn, Luisa Carrada, Massimo Crucitti e Luciano Floridi parlavano si leggeva un sottotesto. L’infosfera nella quale appunto opera l’architettura dell’informazione è un sistema complesso (v.o. “a mess”). Non è un insieme di problemi e soluzioni. Si descrive per mappe, si modella in modo semplice, se ne parla con brevità, precisione e leggerezza. In un contesto che impara ad accogliere...

Big data innovazione Post

Istat, industria, Big Data

L’approccio Big Data si sta facendo strada in Italia. In un percorso parallelo, l’industria riunita alla Luiss ha dimostrato la fattibilità e l’opportunità di usare i dati come un patrimonio da valorizzare (Luiss), e l’Istat ha dichiarato che ci crede e ci investe, dopo le sperimentazioni già effettuate (Forumpa). La statistica ufficiale ha qualcosa da dire anche nell’ambito dei Big Data. È evidente che il vecchio sistema a base di sondaggi, ottimo per quando i dati erano scarsi, si deve adattare e integrare nel nuovo contesto nel quale i dati sono abbondanti. Ma è pure chiaro che non bastano...

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video

Post più letti

Post più condivisi