Home » innovazione » Modelli di adozione tecnologica
innovazione perplessità Post

Modelli di adozione tecnologica

Jameson Wetmore, uno scienziato sociale che lavora alla Arizona State University, osserva che gli Amish non rifiutano la tecnologia. Ma la adottano solo dopo una discussione generale nella comunità e una votazione unanime. Vogliono adottarla solo se capiscono che non stravolgerà i loro valori (Quartz).

In un kibbutz dove ho lavorato nel 1975, una comunità di socialismo realizzato per l’epoca tecnologicamente avanzatissima nei sistemi produttivi, compravano una televisione o un’auto per uso comune solo dopo un’assemblea e un voto generale. Al kibbutz tentavano di comprendere le conseguenze della tecnologia prima di adottarla.

Nella vita normale, invece, prima si adotta una tecnologia e poi se ne valutano le conseguenze. È un problema. Facebook e Tesla, le compagnie tecnologiche più in crisi questa settimana, sembrano essersi sviluppate proprio in questo contesto culturale. Le riflessioni di Michael Coren, su Quartz.

1 Commento

Clicca qui per inserire un commento

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video