Home » partecipazione

partecipazione

innovazione media partecipazione perplessità Post ricerche

Coronavirus. I dati mancanti. La task force che deve partire

Non è solo una questione italiana. Ma sicuramente in Italia è particolarmente evidente. Non sappiamo abbastanza del virus. Stiamo prendendo decisioni sulla base di priorità strategiche ed emotive. Ma non abbiamo dati per sapere davvero dove sono i focolai, per sapere quanto è importante chiudere che cosa, per conoscere come si muovono gli italiani e prendere provvedimenti. (un intervento fin troppo deciso in tal senso è di John Ioannidis, professore a Stanford in Medicine, Health Research and Policy e Biomedical Data Science: A fiasco in the making? As the coronavirus pandemic takes hold, we...

Attenzione media Educazione strategica innovazione media partecipazione Post

Solo la generosità ci salverà

Se un paese esce dalla spirale dell’epidemia ma gli altri paesi ci sono ancora in mezzo, il paese che si è salvato rischia di essere di nuovo infettato. (Singapore, Cina, Corea, lo sanno). Nessun paese ha un’economia più solida degli altri se il sistema economico globale collassa veramente. (Tedeschi, olandesi, finlandesi, non lo sanno ancora. Ma gli islandesi sì). Nella rete degli umani connessi e globalizzati non ci sono spettatori ma solo protagonisti. In un contesto del genere o si lavora insieme per il bene comune o si distrugge tutto ottenendo pessime conseguenze per ciascuno. La...

Educazione strategica News partecipazione Per-corsi

Università di Pisa. Corso Knowledge Management 2020

Buongiorno a tutti. Come è ovvio quest’anno il corso di Knowledge Management all’università di Pisa si tiene online. Vi ringrazio per la pazienza e spero che riusciremo a fare un buon lavoro. Il virus sta mettendo in luce la necessità di cambiare molto delle nostre abitudini. Spero che, nonostante le sofferenze, riusciremo a trovare in questa esperienza un valore. In questo post riporto soltanto le principali istruzioni. Alla fine un link porterà alla pagina di riferimento del corso, quando sarà pronta, con i contenuti e tutto quello che dovrebbe servire. Innanzitutto vi chiedo di iscrivervi...

partecipazione Post ricerche

Il destino comune della rete umana

Corea e Singapore hanno controllato bene il contagio riducendo al minimo il pericolo per la maggior parte delle persone senza distruggere l’economia. Ma poiché altri paesi non sono stati altrettanto efficaci, ora il contagio torna a farsi sentire anche da quelle parti. Indubbiamente saranno ancora efficaci. Ma il fatto è questo: nessuno si salva da solo davvero. La logica della rete impone agli umani una cultura della comunità. E questo evento catastrofico potrebbe essere il motivo per un salto di qualità nella consapevolezza umana su questo punto essenziale. Siamo individui, siamo...

partecipazione Post visioni

Studi sul futuro e resilienza

Il futuro è la conseguenza di ciò che gli umani fanno e non fanno, nei limiti definiti dal quadro più generale dell’ecosistema. Le conseguenze possono essere pensate solo in relazione al racconto del futuro che gli umani riescono a scrivere e a leggere. Le conseguenze impensate sono orfane del racconto: avvengono, ma nessuno le ha viste. O perché nessuno aveva raccontato le cose in modo da farle vedere oppure perché, nonostante qualcuno avesse raccontato bene le cose, nessuno aveva ascoltato. Il racconto del futuro è fatto dalle storie e dai loro silenzi, dall’ascolto e dalla rimozione. Che...

partecipazione Post visioni

Dopo la crisi: resilienza

Questo post riguarda il futuro dopo il COVID-19. Certo, già il presente è poco chiaro, figuriamoci il futuro. Ma una cosa la sappiamo: ci salviamo o ci condanniamo insieme. Qualsiasi decisione un governo democratico prenda in un caso come questo, va rispettata, per il bene comune e per il bene individuale: siamo una rete, ogni singolo si salva se si salva l’insieme. Questo non significa che non si possa imparare da ciò che è stato fatto. E che non si possa immaginare come migliorare il futuro. La vicenda del COVID-19 lascerà il segno. Si tratta chiaramente prima di tutto di uno shock...

News partecipazione

Quarantena personale in salute

Informazione personale. Sono arrivato a Roma giovedì scorso, da Milano. Domenica è uscita l’ordinanza che mi chiede di stare a casa per 14 giorni. Mi adeguo volentieri per ridurre al minimo i rischi per gli altri. Dovrei segnalare questa situazione al numero 800118800, come suggerisce l’ordinanza, ma è sempre occupato. Dunque lo scrivo qui. E mi dichiaro, appunto, in quarantena responsabile, fino al 18 marzo. Per chi fosse interessato: sto benissimo, non ho neanche un filo di raffreddore o mal di gola. Nessun sintomo.

informazione News partecipazione perplessità

Contenimento ed economia

Il New York Times ha dato la notizia delle recenti decisioni del governo mettendo in luce essenzialmente come la politica di contenimento dell’epidemia sacrifichi l’economia (NYT). Singapore e Hong Kong hanno lavorato per il contenimento strada per strada, non con un approccio generico al loro territorio, abitato rispettivamente da più di 5 e 7 milioni di persone (non imparagonabile alla Lombardia e ai suoi 10 milioni). Di sicuro ogni sforzo per il contenimento è sacrosanto. Una buona politica però cerca di contenere anche le sofferenze economiche che ne conseguiranno. E non è soltanto...

partecipazione Post

Facimm’ ammuchina? Ok, ma facciamo anche la seconda ricostruzione

Evidentemente occorre contenere la concentrazione nel tempo del contagio per salvaguardare la tenuta del sistema sanitario. Ma occorre anche preparare una strategia per il dopo. Ipotesi. Gli italiani sono pessimi vincitori. Quando tutto va bene, vivono volentieri nel confort che hanno trovato o costruito. Cercano di conservarlo per se e la propria famiglia, ma non si interessano troppo degli altri. Gli italiani di solito non pensano insieme al futuro. Lo fanno solo quando non possono proprio farne a meno. In questo modo accumulano una quantità di problemi. Li rimandano. Li rovesciano sulle...

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video

Post più condivisi