Home » partecipazione

partecipazione

media partecipazione Post

Mauro Carbone. Come vivere tra gli schermi. La liberazione è possibile nonostante tutto

Mauro Carbone, filosofo, ha aperto una riflessione sul senso degli schermi nell’estetica, la teoria della percezione. Magnifico approccio, quello di Carbone, grazie al quale, a ogni passaggio della riflessione, la discussione sulla tecnologia eccede la tecnica per diventare discussione sull’umano. Gli schermi mostrano e nascondono, informano su ciò che si vede e alimentano l’immaginazione di ciò che non si vede. Mettono l’esperienza umana di fronte alla riflessione su sé stessa. Dirlo è liberatorio, mi sembra. E per di più richiama una libertà che non richiede...

Attenzione media informazione innovazione media partecipazione perplessità persone Post

Tre ipotesi su Musk e Twitter

A parte il fatto che non è ancora detto che Elon Musk riesca alla fine a comprare Twitter, perché tutto sommato bisogna lasciare alle autorità antitrust di fare il loro mestiere, ovviamente la maggior parte degli osservatori danno l’operazione per praticamente conclusa. Quale storia la interpreta meglio? Ne avevo parlato sulla Svolta (La fabbrica del dissenso) e su questo blog (Le regole dei social media: Musk, Europa, Usa. Chi arriva prima e chi arriva bene?). Possiamo fare tre ipotesi sulle conseguenze dell’eventuale acquisizione di Twitter da parte di Elon Musk: Musk è un...

français (environ) libri media New Crossroads Paper partecipazione Post ricerche

Lyon. Vivre par(mi) les écrans. Le défi du contexte. L’écologie (des médias) est le message

Entre mercredi et vendredi prochains, à l’Université de Lyon, la conférence “Vivre par(mi) les écrans“. Voici ma contribution ( en cours de réalisation). Le défi du contexte. L’écologie (des médias) est le message Media ecology L’écologie des médias est programmatiquement moins axée sur les messages ou les technologies individuelles que sur les relations entre les contextes, les messagers et leurs univers de sens, les technologies et les grands récits.  La médiosphère est l’environnement dans lequel les cultures humaines évoluent. Les niches éco-culturelles...

english (sort of) libri media New Crossroads Paper partecipazione Post ricerche

Lyon. Vivre par(mi) les écrans. The challenge of context. Media Ecology is the message

Next Wednesday and until Friday, at Université de Lyon, the conference “Vivre par(mi) les écrans“. Here is my speech (still in progress). The challenge of context. Media Ecology is the message Media ecology Media ecology is programmatically less focused on messages or individual technologies than on the relationships between contexts, messengers and their worlds of meaning, technologies, and grand narratives.  The mediasphere is the environment in which human cultures evolve. The eco-cultural niches to which humans adapt – or which humans seek to modify – are made up...

libri media New Crossroads Paper partecipazione Post ricerche

Lione. Vivre par(mi) les écrans. La sfida del contesto. L’ecologia dei media è il messaggio

Tra mercoledì e venerdì, all’università di Lione, la conferenza “Vivre par(mi) les écrans“. Qui c’è il mio contributo (ancora in lavorazione). La sfida del contesto. L’ecologia dei media è il messaggio Media ecology La media ecology è programmaticamente meno concentrata sui messaggi o sulle singole tecnologie che sulle relazioni tra i contesti, i messaggeri e i loro mondi di senso, le tecnologie e le grandi narrative.  La mediasfera è l’ambiente nel quale evolvono le culture degli umani. Le nicchie eco-culturali alle quali gli umani si adattano – o che gli umani...

Bill of rights innovazione media partecipazione Post

Le regole dei social media: Musk, Europa, Usa. Chi arriva prima e chi arriva bene?

A quanto dice, Elon Musk vuole comprare Twitter per garantire che quella piattaforma sia una piazza dell’informazione libera nella quale si possa discutere apertamente e in modo trasparente. Vuole che l’algoritmo di raccomandazione sia reso noto e migliorabile dalla comunità degli sviluppatori. Vuole che la libertà di espressione sia la scelta di default quando ci siano dubbi sulla moderazione dei post. E naturalmente si affida alla legge per qualsiasi altra cosa. Se avesse letto quello che si preparava in Europa avrebbe forse avuto meno fretta. Stamattina in Europa, i...

partecipazione perplessità Post

L’Europa è chiamata a rafforzare la democrazia

Proseguiamo nel tentativo di capire dove si può andare dopo questa guerra. Nella speranza di continuare a ricevere consigli e commenti che migliorino queste ipotesi. Come si diceva, il compromesso che condurrà alla pace non potrà essere una piena vittoria russa ma non potrà neppure penalizzare troppo la Russia. Una piena vittoria della Russia la indurrebbe a proseguire una sua strategia di espansione giungendo a rischiare la collisione con la Nato. Una eccessiva penalizzazione della Russia la potrebbe portare a reagire attaccando e rischiando la collisione con la Nato. In entrambi i casi, i...

partecipazione perplessità Post visioni

La pace si prepara durante la guerra

La guerra. Si cerca disperatamente di farsi una ragione di quello che sta accadendo. E quindi anche senza una competenza specifica si tenta di avere uno scenario di riferimento. Queste righe sono frutto di riflessioni informate. Ma vanno viste come un insieme di ipotesi. Pronte per essere corrette da nuove informazioni e da opinioni più informate. Durante la guerra si deve preparare la pace. Le ipotesi si pace sono relativamente strette. Quale può essere la forma della pace possibile? Un compromesso, evidentemente. Che abbia la forma di una vittoria sia per l’una che per l’altra parte. Alcuni...

innovazione News partecipazione perplessità

Sobigdata. Un ecosistema della fiducia nel digitale

Domani alle 15:00 un convegno sulle ipotesi lanciate da Sobigdata per costruire un ecosistema della fiducia digitale. Grandi interventi e spazio per le domande. Tutti i particolari su Reimagine Europa.
Come si costruisce la fiducia nell’intelligenza artificiale? Con la trasparenza, dicono gli studiosi di Sobigdata. È un approccio razionale. Si può raggiungere? Basterà? Ne dobbiamo parlare. A domani.

News partecipazione perplessità

Sanzioni alla Russia. Bloccare le importazioni di petrolio o no?

Oggi Politico mostra che in Occidente si dubita che bloccare le importazioni di petrolio dalla Russia sia una buona idea. E gli italiani sono tra i dubbiosi (Politico).
In effetti, una strategia molto migliore sarebbe quella di convincere i produttori (Usa per primi) a inondare il mondo di petrolio a basso costo per abbattere il prezzo che riesce a guadagnare oggi la Russia. Mentre strategicamente si deve passare alle fonti rinnovabili senza se e senza ma, come dice la Commissione Europea.

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video

Post più letti

Post più condivisi