Home » innovazione

innovazione

innovazione Post visioni

Le regole cambiano Google

Un pezzo del Financial Times (in abbonamento), “Google under fire over tactics for EU data regulation”, è costruito intorno ai tentativi dell’azienda americana di aggirare le nuove regole europee sulla protezione dei dati personali e mantenere il suo attuale modello di business. Non stupisce. Ma un argomento che merita riflessione, finora sottovalutato, è nelle ultime righe: «Google has also said it will create a new advertising service not based on any personalised targeting.» C’è una parte del nuovo regolamento europeo che va assolutamente preso in considerazione. L’articolo 18...

innovazione News ricerche

Come sarà usato l’enzima che libera il mare dalla plastica

John McGeehan, Università di Portsmouth, ha guidato un team internazionale di scienziati che ha scoperto il modo di rendere più efficace un enzima capace di degradare la plastica PET che era stato scoperto in un batterio mutante nel 2016. L’enzima può essere usato per produrre bottiglie di plastica a partire da bottiglie di plastica senza usare altro petrolio e soprattutto evitando di buttare le bottiglie in mare (Guardian).

innovazione News partecipazione perplessità

«Senator…» Facebook è leggermente ingovernabile

La testimonianza di Mark Zuckerberg al Senato americano ha messo in luce una profonda difficoltà. È chiaro che Zuc si assume le sue responsabilità. Non è chiaro che cosa possa fare per rimediare. In parte non può e non vuole controllare troppo i suoi utenti. In parte non sa proprio come evitare certi abusi. Investirà in persone che supervisionano e forse in tecnologie che non esistono ancora per controllare l’uso dei dati raccolti da Facebook dopo che sono usciti dai suoi server. Ci vorrà tempo perché davvero «non succeda più» come promette Zuc. I senatori non hanno dimostrato di avere idee...

innovazione News perplessità visioni

Le conseguenze della tecnologia nella farmaceutica

Giuseppe Curigliano, parlando a Sum2018, il convegno dell’Associazione Casaleggio, oggi a Ivrea, dà una risposta in più al tema posto nel post intitolato “modelli di adozione tecnologica“. Tra i modelli che tengono conto delle possibili conseguenze delle tecnologie prima di adottarle c’è storicamente la farmaceutica e il sistema della cura delle malattie: prima di consentire la commercializzazione dei farmaci occorrono analisi codificate e lunghe per evitare danni alla salute della popolazione; perché questo non dovrebbe essere usato anche per le intelligenze artificiali applicate...

innovazione perplessità Post

Modelli di adozione tecnologica

Jameson Wetmore, uno scienziato sociale che lavora alla Arizona State University, osserva che gli Amish non rifiutano la tecnologia. Ma la adottano solo dopo una discussione generale nella comunità e una votazione unanime. Vogliono adottarla solo se capiscono che non stravolgerà i loro valori (Quartz). In un kibbutz dove ho lavorato nel 1975, una comunità di socialismo realizzato per l’epoca tecnologicamente avanzatissima nei sistemi produttivi, compravano una televisione o un’auto per uso comune solo dopo un’assemblea e un voto generale. Al kibbutz tentavano di comprendere le conseguenze...

innovazione News

Meno investimenti nel Fintech

Secondo Boston Consulting Group, gli investimenti nelle startup fintech sono scesi a 570 milioni di dollari nel 2017, meno della metà di quanto si era investito nel 2016 e nel 2015.

innovazione partecipazione Post visioni

Il reddito universale di cittadinanza non si fa senza un pensiero. Joi Ito da leggere

Chi sia interessato al reddito universale di cittadinanza dovrebbe leggere Joi Ito. Il direttore del Media Lab all’Mit fa una ricognizione razionale del tema e si mostra possibilista sulla sperimentazione, non sull’applicazione diretta e immediata. Probabile che una proposta elettorale sia cambiata in corso d’opera da un governo che nascesse attraverso compromessi con i suoi ex avversari politici. Diventando così un oggetto di polemica ulteriore. Ma supponendo che si potesse discutere in modo sensato che cosa si potrebbe dire di quella policy? Primo. Non è una cosa totalmente nuova. Si può...

Educazione strategica innovazione libri partecipazione Post

La gestione della conoscenza. Un corso all’università di Pisa

Il knowledge management è un concetto in piena evoluzione. Ne parliamo al corso 2018 all’università di Pisa. Nell’epoca della conoscenza, l’immateriale intorno al quale si concentra il valore non è più un patrimonio di dati ma un processo creativo. Del resto, in questo contesto, il management non è più la gestione di un insieme di risorse noto e stabile in virtù dell’applicazione di una volontà strategica definita dal livello imprenditoriale dell’azienda: è una cultura che interpreta le risorse e le loro capacità di rispondere alle sfide della contemporaneità. Grazie a Enzo Rullani sappiamo...

innovazione News partecipazione

Lavoro del futuro. Future of Work Digital

FWD è la sigla di questa iniziativa in casa Microsoft sul lavoro del futuro che si intitola appunto Future of work digital. Una prima puntata si è svolta un mese circa fa e la prossima è lunedì 12 nell’ambito della Digital Week di Milano. L’approccio è decisamente consapevole: sostituzione di vecchie mansioni con nuove macchine, strumenti per la collaborazione tra le persone e l’autovalutazione della performance per migliorare costantemente la produttività, nuova cultura necessaria a alimentare il valore umano nel contesto aziendale. Il programma è da seguire. In vista della prossima tappa...

innovazione libri News ricerche visioni

Giovannini: L’utopia sostenibile

Un libro importante, di quelli che possono restare nella memoria delle persone che lo incrocino con lo spirito aperto e l’orientamento criticamente costruttivo: Enrico Giovannini, L’utopia sostenibile, Laterza 2018 “I limiti dello sviluppo”, il rapporto dell’Mit al Club di Roma, nel 1972 ebbe su una generazione un effetto decisivo. Svelò un inganno sistemico: l’idea della crescita infinita implicita nell’industrializzazione del Dopoguerra non aveva fondamento pratico ed era destinata a schiantarsi con i vincoli ecologici, in un sistema complesso di interazioni tra demografia...

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video