Home » Approfondimenti » Educazione strategica

Educazione strategica

Nell’economia della conoscenza la creazione e condivisione di saperi e competenze è l’investimento fondamentale

Educazione strategica innovazione media visioni

Chiose alla frontiera dell’istruzione informale

Un precedente post dedicato alla progettazione dell’istruzione informale è stato commentato in modo profondamente istruttivo: grazie a Marco, Maurizio, Piero, Annamaria, Paolo, Alessandro. Ci torniamo e rilanciamo, a partire da questo vecchio ma interessante dato di fatto (via Leonardo Tosi di Indire): In pratica, impariamo la maggior parte di ciò che sappiamo in modo informale, anche se spendiamo la maggior parte di quello che ci costa l’educazione in attività di istruzione formale. Ci sono delle differenze da tener presente nelle diverse dimensioni dell’apprendimento: addestramento...

Educazione strategica innovazione visioni

Cultura è innovazione

Cultura è innovazione. È probabilmente la questione decisiva per lo sviluppo italiano. Del resto, l’incrocio dei due temi è straordinariamente generativo. Ci sono centinaia di definizioni del concetto di cultura e forse ancora di più del concetto di innovazione. Ma cercando gli incroci vengono in mente tre dimensioni: 1. Cultura/natura: cultura come caratteristica essenziale dell’evoluzione della specie umana, che si adatta ovviamente per via genetica sulla scala dei milioni di anni, ma si adatta per via culturale sulla scala dei secoli o dei decenni dell’innovazione. E l’adattamento del...

Educazione strategica media visioni

La misurazione come narrazione. La scuola nella stretta tra modernizzazione e perdita di senso

Un’intervista (via @demartin) a Giorgio Israel sulla valutazione a scuola va letta. E.A: Gli insegnanti di scuola sono alle prese con due spinte contrastanti: da un lato si richiede loro di rendere misurabili, oggettivabili e dunque valutabili gli apprendimenti, dall’altro gli si richiede di tener conto nella prassi didattica, e dunque anche in sede valutativa, di tutte le soggettività e individualità presenti nella classe. Si direbbe che a scuola esiste una cultura dello standard oggettivo che convive con una cultura della soggettività discrezionale. G. I: Il modo stesso in cui è posta la...

Educazione strategica ricerche

Educatori chiedono di essere educati

Ricevo questo comunicato e lo condivido: Comunicato Stampa Scuola digitale, gli insegnanti chiedono più formazione Più formazione per l’uso delle ICT nel mondo della scuola. È la richiesta dei docenti delle scuole italiane emersa da una ricerca nazionale condotta su un campione di 1.332 docenti dall’Università di Milano-Bicocca in collaborazione con AICA e Telefono Azzurro. I dati sono stati presentati oggi nel corso del convegno “Smart Community: la città del futuro tra scuola e sviluppo sociale”, organizzata con il Comune di Cinisello Balsamo. Milano, 11 aprile 2014 – L’83 per cento degli...

Educazione strategica innovazione partecipazione visioni

Modesto contributo per una visione di lungo termine nel sistema “scuola, università, ricerca”

Stefania Giannini, ieri, alla presentazione italiana di Horizon 2020, ha detto che il suo scopo è portare il Miur a pensare per il lungo termine. È un’affermazione di grande importanza: fondamentalmente generosa, visto che significa lavorare probabilmente anche per il prossimo ministro; particolarmente ambiziosa, visto che significa lavorare sulle strutture più importanti del sistema del quale, attualmente, ha la responsabilità. Il Miur si occupa di scuola, università, ricerca e innovazione. Difficile pensare a qualcosa di più importante. Pensare alla lunga durata significa pensare a...

Educazione strategica innovazione

Acceleratore per l’Italia

E quindi passando per Treviso, Matteo Renzi è tornato a H-Farm. Questa volta come primo ministro. Dopo il pranzo nella “serra” di H-Farm, una passeggiata tra le casette dove nascono le startup e poi di corsa di nuovo a Roma. Ha detto: “Credo che questo sia un posto fantastico, uno dei posti che restituisce speranza e allarga il cuore. È il prototipo di un sistema di futuro dell’Italia in cui si dà lavoro e si concretizzano le idee, dove si costruiscono sogni e concretamente si esce dalla cultura del piagnisteo e della retorica del declino. Noi contiamo molto sul fatto che questo...

Educazione strategica partecipazione

Fantasia al potere

Si diceva una volta: fantasia al potere. Non c’è tempo per pensarci, però, c’è solo tempo per esprimere desideri. E quindi di fantastico si realizza solo ciò che è nella fantasia di chi l’ha coltivata in precedenza. La progettualità dura e pura, rigorosa, europea, ha un passo lento e una visione lunga, anche se qualche volta appare un po’ ripetitiva. Quella progettualità, sintetizzata in formule come “agenda digitale”, resta un must, un quadro di riferimento dal quale non si dovrebbe tentare di scappare. Ma la si può animare, questo sì. Per trovare anche le vie di espressione di...

Educazione strategica partecipazione

Di Minin sul piano per la scuola

Da seguire. Tre priorità per la scuola, nel piano che sta seguendo il Miur con Alberto Di Minin. Connessione, formazione degli insegnanti, contenuti. In un approccio non dirigista. Un’impostazione da seguire con attenzione. Il punto è che questo genere di piani non dovrebbero essere di un governo ma degli italiani. E seguire una logica di sviluppo nel tempo che non dipende dalle mille deviazioni del ciclo elettorale-governativo. La scuola è troppo importante per lasciarla in balia delle evoluzioni del clima politico. Un po’ come l’agenda digitale. Che dovrebbe essere la roadmap dell’Italia...

Educazione strategica innovazione

Dopo i lunghi dibattiti sulla trasformazione dei giornali, pensiamo un poco all’università

Non è finita la trasformazione dei giornali. È appena cominciata. Ne parliamo tanto che sembra una vita. Ma si tratta di un fenomeno che è cominciato attorno alla metà degli anni Novanta e ha accelerato dal 2005, fino a diventare dirompente dal 2008. I giornali hanno resistito meglio della musica all’impatto innovativo di internet. E la televisione resiste meglio dei giornali. Ma chiunque pensi che la rete sia un fenomeno passeggero e che non costituisce un motivo di innovazione per ogni aspetto della vita culturale, sociale ed economica, si illude. Anche chi lavora in posti dove la rete è...

Educazione strategica media partecipazione

Appunti sui due modelli di politica dell’innovazione nell’apprendimento digitale. Per oggi a Padova

Oggi al Festival dell’Apprendimento di Padova si discute anche di supporti digitali. Ovviamente. La materia è enorme e superaffascinate: la dimensione dei social network e l’apprendimento, il rapporto tra gli insegnanti che sanno poco il digitale e gli studenti che lo vivono quasi inconsapevolmente come parte dell’ambiente, gli editori che cercano il loro nuovo ruolo, il gioco e lo studio, i nuovi format per le esperienze in classe, a casa e fuori… Una materia vastissima. Che negli ultimi tempi è diventata anche una materia politica, con le decisioni successive del ministro Francesco...

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video