Home » Approfondimenti » Educazione strategica » Orgoglio e innovazione a scuola
Educazione strategica innovazione

Orgoglio e innovazione a scuola

Una bella discussione su Twitter ieri, dopo l’annuncio Apple sui libri di scuola. Di certo non sappiamo come si svilupperà questa specifica soluzione, ma possiamo scommettere che attiverà molte energie. Tra queste ci saranno quelle degli editori, ma soprattutto quelle degli insegnanti avvertiti e appassionati del loro importantissimo lavoro, come ci saranno le iniziative e la disponibilità culturale e pratica dei giovani. Quanto al governo, si vedrà.

1h

   anche la biro bic nasce come tecnologia chiusa e proprietaria, importante è definire nuovi standard.

3h


   sante parole. Noi facciamo editoria anche per iPad e i 20 anni li abbiamo passati da un pezzo!

4h

  Il problema è dei formati proprietari. Un libro di carta lo posso sempre leggere, ma un e-book solo se è open.

14h

  non ci sarà nessun monopolio. questo è solo l’inizio…

16h

  Nessuna delle due spero. L’idea di testi scolastici in una tecnologia chiusa e proprietaria mi fa inorridire

16h

RT : la soluzione proposta da apple per i libri di scuola –   che ne pensi?

16h


  Ci sarà un nuovo spazio di espressione per gli alunni se gli insegnanti sapranno capire l’opportunità 

17h


  •   2 resterà quasi inutilizzato, come accade per U, nell’arcaico mondo dell’istruzione italiana.

    18h


      ci sono nativi digitali che sanno bene cosa fanno e altri no. il punto ancora una volta sono le macro tendenze

    18h


      spesso i “nativi digitali” sono veloci, ma non hanno idea di cosa fanno. Per sfruttare un ebook bisogna saperlo

    18h


      al livello micro dipende dalle persone, a quello macro dai trend. e il trend è generazionale… 😉

    18h


      io sono insegnante, ho meno di 40 anni e un iPad lo so usare. Alcuni miei alunni no. Dipende dalle persone. 🙂

    18h


      non è un problema di competenze ma generazionale: la questione si porrà anche per i professori universitari ;D

    18h


      Non sottovalutate gli insegnanti. Siamo meno tecnologicamente impediti di quanto si creda

    19h


     e gli  dovrebbero essere forniti dal ministero delli’Istruzione giusto ?

    19h


      In Italia? mah….

    19h


     il punto è: ma saranno gli insegnanti a spiegare agli alunni come usare gli  o viceversa?

    19h


    la soluzione proposta da apple per i libri di scuola –

    Commenta

    Clicca qui per inserire un commento

    Luca De Biase

    Knowledge and happiness economy Media and information ecology

    Video