Home » News

News

News perplessità

Joi Ito e Jeffrey Epstein

Joi Ito, direttore del Media Lab, ha pubblicamente chiesto scusa per avere accettato soldi da Jeffrey Epstein e ha promesso di restituirli, aggiungendo che non sapeva nulla delle «orribili» pratiche di quell’uomo (Joi). Un movimento di critici ha chiesto le sue dimissioni (Boston Globe). Due importanti studiosi del Media Lab lasceranno l’istituto (New York Times). Un centinaio di studiosi sostiene invece Joi Ito. Hanno scritto una lettera di supporto a Joi Ito chiedendogli di non dimettersi (WeSupportJoi). Update: Newyorker ha un articolo che riporta fatti che sembrerebbero tali da sciogliere...

News perplessità

La schiavitù oggi sarebbe abolita o difesa in America?

Una bella ricostruzione della storia della schiavitù americana e della brutalità del capitalismo di quel paese (NYTimes). E fa pensare che paradossalmente oggi i difensori integralisti del concetto del “libero mercato” – che in realtà talvolta sconfina nella realtà di un “capitalismo senza freni” – sarebbero tentati di sostenere che l’abolizione della schiavitù è un’indebita intromissione di uno stato troppo invadente nell’economia privata. Sì è una boutade: ma non del tutto forse… Update: Newt Gingrich twitta “The NY Times 1619 Project should...

News partecipazione perplessità

Grillo e il PD dal 2009 al 2019

Ho scritto tre post sul rapporto tra Beppe Grillo e il PD. Non si capisce il Pd su Grillo 2009 Lettera a Beppe Grillo e all’M5S 2013 Promemoria per un umile ragionamento sul PD 2018 Davvero di politica capisco poco. Ma quanto ci vuole perché il PD e il M5S si parlino? Nessuno dei due partiti è omogeneo. Nessuno è privo di ombre. Entrambi a questo punto hanno conosciuto l’anello del potere e la vergogna dell’errore. Ma entrambi hanno un elettorato che vuole un mondo più giusto, più verde, più lungimirante. Possibile che si lascino trascinare a parlarsi solo di fronte alla marea montante...

News perplessità ricerche

Vaccini obbligatori? Occhio al messaggio

I vaccini obbligatori fanno diminuire le malattie. Ma l’obbligo va introdotto con cura. Altrimenti rischia di produrre iniquità e può generare una recrudescenza del pregiudizio contro i vaccini, rinsaldando la minoranza che si oppone alla vaccinazione. Ma c’è un modo per introdurre l’obbligo evitando i guai (Nature). In Italia non lo sapevano.

News perplessità

Il riconoscimento facciale non ci azzecca alla polizia di Londra. E altri studi

L’80% delle volte, il sistema di riconoscimento facciale usato dalla polizia di Londra sbaglia. L’80% delle volte. Lo hanno calcolato alcuni ricercatori dell’università dell’Essex (Forbes). In particolare sbaglia generando falsi positivi, cioè crede di riconoscere criminali e terroristi in persone assolutamente prive di precedenti. Percentuale ridicola. I poliziotti farebbero meglio a tirare una monetina. Ma anche se sbagliasse meno, un software può indurre una polizia ad arrestare una persona sapendo che in una certa percentuale sbaglia? E poi, se possiamo sapere quante volte sbaglia...

innovazione News

ENISA, agenzia europea per la cybersicurezza

Il regolamento che crea l’ENISA, l’agenzia per la cybersicurezza europea dice che i suoi obiettivi sono questi: 1. L’ENISA opera come centro di competenze nel campo della cibersicurezza grazie alla sua indipendenza, alla qualità scientifica e tecnica delle consulenze e dell’assistenza fornite, alle informazioni che mette a disposizione, alla trasparenza delle procedure, ai metodi operativi utilizzati e alla diligenza nell’esecuzione dei suoi compiti. 2. L’ENISA assiste le istituzioni, gli organi e gli organismi dell’Unione, come pure gli Stati membri, nell’elaborazione e nell’attuazione di...

News perplessità

Gli azzardi dell’NSA

Ma avete letto la storia di Shadow Brokers che ha rubato una cyber-arma inventata dall’NSA e che serviva al servizio segreto americano per infrangere la cybersicurezza di mezzo mondo? Quella tecnologia, chiamata EternalBlue, è stata rubata e distribuita in rete ed è ora in mano ai peggiori criminali e ai paesi concorrenti degli Stati Uniti. L’NSA l’ha realizzata usando un baco di Microsoft e si è ben guardata dall’avvertire l’azienda di Redmond del baco proprio allo scopo di sfruttarlo per hackerare mezzo mondo. Questa scelta si è rivoltata contro l’NSA e però ne hanno fatto le spese anche...

innovazione News

Ehi food

May 5th. Milano food city. Business, innovation, climate change…

News partecipazione

Giugno da Camogli a Toronto: per imparare l’ecologia dei media

Tra Camogli e Toronto, un giugno di studio e divertimento intelligente. Una summer school di due settimane per approfondire il tema complesso e affascinante della “media ecology”. A Camogli. E poi il congresso mondiale della media ecology a Toronto, proprio dove ha lavorato Marshall McLuhann, uno dei fondatori di questa disciplina. Ci sono borse di studio per andare a Camogli e ci sono due premi speciali per andare a Toronto. Spero davvero che ti possa interessare. È chiaro che il lavoro nel mondo dei media digitali non manca. Ma non basta saperci fare con le tecniche più usate...

News perplessità persone

Assange

Avevo conosciuto Julian Assange nel corso di un Suo passaggio fugace al TED di Oxford, molti anni fa. Si muoveva circospetto, come se si sentisse continuamente seguito. Seduto con le spalle al muro per parlare con qualche amico e un giornalista, non smetteva di lanciare inutili sguardi all’indietro. Di certo si aspettava il peggio. Ma non aveva ancora portato a termine le sue imprese più grandi. Per esempio non aveva ancora pubblicato i documenti della diplomazia americana che l’hanno messo nel mirino del governo Usa. Stando dentro l’ambasciata dell’Equador non ha smesso di lavorare, a quanto...

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video