Home » informazione

informazione

Attenzione media informazione

Dissociated press

L’Associated Press ha deciso di perseguire tutti i giornali e blog online che utilizzano, riassumono, aggregano e citano le sue notizie. Non è detto che i tribunali puniranno i presunti “pirati dell’informazione”. E non è detto che l’Ap possa davvero guadagnare da un’attività costosa e di incerta riuscita come quella che evidentemente è necessario fare per trovare tutti coloro che usano più o meno indebitamente le sue news. Ma è una voce che si aggiunge al coro di proteste degli editori contro l’uso gratuito di tutto online. A sua volta, sul giornale cartaceo, il Sole 24 Ore ha...

informazione

Spot.us radicalmente diverso

Un resoconto positivo su Spot.us di Sarah Perez per ReadWriteWeb. Con un’intervista al promotore David Cohn. Che vuole un giornalismo radicalmente diverso. Che le persone e le comunità vorranno volontariamente sostenere.

informazione

L’informazione dalle persone

In un minuto dalla scossa, otto persone hanno dato la notizia su Twitter. La notizia è arrivata sulla Repubblica online dopo una trentina di minuti.
La mattina presto dopo il terremoto Cnn e Bbc hanno cercato testimoni via Twitter per poter avere informazioni di prima mano.
Un’occasione terribile per trovare un esempio del rapporto di collaborazione che può emergere tra il sistema delle news professionali e le informazioni che si scambiano le persone. I giornali che ne vogliano fare buon uso dovrebbero conoscerne bene le possibilità.
E c’è un resoconto sul Corriere.

informazione

Festival di Perugia

Il pubblico di questo Festival del giornalismo di Perugia sembra qui per dimostrare qualcosa di molto importante. Ci sono moltissime persone, tanti giovani appassionati, tante domande alla fine delle sessioni. I giornalisti qui, in generale, non si lamentano ma raccontano fatti e impressioni. E’ una festa: ma non del loro mestiere. E’ una festa dei frutti del loro mestiere. Il successo del Festival segnala forse in modo indiretto il bisogno di un’informazione migliore in questo paese. Ma oltre a segnalare quel bisogno, lo soddisfa: offrendo nello stesso tempo la dimostrazione che le persone...

informazione

Back to basic

Marco Travaglio non si scompone di fronte alla crisi dei giornali. «Internet non è la morte dei giornali. E’ uno stimolo per i giornali a capire perché stanno perdendo lettori prima di averli persi tutti. (Al Festival del giornalismo).

informazione

Giornalismo investigativo

Per chi volesse avere un esempio di giornalismo investigativo all’epoca di internet, questa storia del contrabbando di sigarette in America sembra fantastica.

informazione

Saluti al giornale

Oggi Ferruccio de Bortoli saluta la redazione de Il Sole 24 Ore.  Quando un giornalista comincia, pensa che scrivere sia esprimere se stesso. Ma anche nei casi migliori, quelli nei quali il giornalismo si fa per il pubblico e per nessun altro, scopre che non è così. Allora, per lui comincia un inferno. Dal quale la sua scrittura emerge impersonale: lui, il giornalista ha fatto un passo indietro per dare il massimo dell’importanza ai fatti e alle persone che deve mostrare al pubblico. Per qualcuno, quell’inferno è senza ritorno. Per altri è solo la prima parte del viaggio. Difficile dire che...

informazione

Giornalismo insostenibile

Un pezzo ricchissimo di Mark Bowden su Arthur Ochs Sulzberger Jr., editore del New York Times. E un assaggio:
“American journalism is in a period of terror. The invention of the
Internet has caused a fundamental shift not just in the platform for
information–screen as opposed to paper–but in the way people seek
information. In evolutionary terms, it’s a sudden drastic change of
climate. One age passes and a new one begins. Species that survive the
transition are generally not the kings of the old era”.

informazione

Giornalismo sostenibile

Dopo Propublica, la strada del giornalismo sostenuto dal finanziamento della comunità si sta riempiendo di nuove iniziative. Il Center for media change ha lanciato ReelChanges, un sito per organizzare documentari finanziati da una comunità di sostenitori, e Spot.us, un servizio per organizzare giornalismo a sua volta finanziasto dai cittadini. Nel frattempo, lo Huffington Post sta organizzando una raccolta di fondi per sostenere giornalisti investigativi freelance nel loro lavoro. E’ chiaro che si tratta di una conseguenza dell’idea secondo la quale il giornalismo è un servizio essenziale per...

informazione

Iht: l’Europa insegna a fare i giornali…

Il sito rinnovato dell’International Herald Tribune è diventato anche graficamente la versione “global” di quello del New York Times, il suo editore.

Dedica un lungo articolo ai giornali europei di fronte alla crisi, osservando che in alcuni casi si mostrano molto abili nell’adattarsi a internet, spesso molto più di quanto non accada ai giornali americani.

Per chi fosse stupito da questa osservazione, va precisato che i giornali europei di cui si parla nell’articolo sono prevalentemente tedeschi e norvegesi…

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video