Miniere di dati da recuperare alla scienza

Miniere di dati da recuperare alla scienza

Ankur Rashmikant Desai è Editor del Journal of Geophysical Research: Biogeosciences. Ha creato uno strumento che consente a chi scrive gli articoli di condividere facilmente anche i dati (Eos). 

Sembra banale, ma non lo è. La scienza è basata su un metodo che prevede tra l’altro la ripetibilità degli esperimenti anche per conteollarli, la possibilità di costruire sulle scoperte altrui per allargarne il senso e l’applicazione. Per questo occorrono anche i dati sui quali sono costruite le conclusioni cui giungono i ricercatori quando pubblicano in articolo. Ma di fatto la pubblicazione non contiene tutti i dati e dunque gli scienziati lasciano spesso i dati nei supporti che hanno usato per raccoglierli senza curarsene troppo dopo che li hanno elaborati. Molti dati si perdono dopo le pubblicazioni. È tempo di correggere questa distorsione. Così come dovrebbero essere comuni e aperti i software con i quali i dati sono elaborati (come diceva Luca Heltai – scienziato della fluidodinamica – su Nòva tempo fa).

Tutto questo è tanto più attuale ora che l’Unione Europea ha scelto saggiamente la via della apertura dell’accesso alla scienza entro il 2020 (Futurism). Un sistema dove depositare i dati in modo facile e aperto potrebbe essere un’utile integrazione della nuova policy.

Nella foto la Biblioteca Malatestiana di Cesena.

  • 21/07/2016 Olanda finanzia chi controlla gli esperimenti scientifici Il metodo scientifico è fatto di teorie e sperimentazioni. E uno dei problemi della scienza attuale è che sono finanziate le ricerche per trovare conoscenze e tecnologie nuove ma non ci sono incent...
  • 29/01/2013 Sanna Kannisto. Scienza e arte Sanna Kannisto fotografa la natura affiancandosi agli scienziati che la studiano. Per lei, la relazione tra arte e scienza emerge dando una mano ai ricercatori nel loro lavoro quotidiano (Big Ben, ...
  • 07/12/2012 Collaborazione tra scienziati e cittadini: insegnamenti per ogni tipo di ricerca Kate Jones pubblica su Research Blogs un ottimo articolo con molti esempi di lavoro scientifico svolto in collaborazione tra scienziati e cittadini. Si tratta di iniziative caratterizzate da un met...
  • 28/06/2012 Philip Campbell, Nature: le pubblicazioni scientifiche si aprono Philip Campbell, direttore di Nature, incontrato a TED, osserva il più grande cambiamento editoriale del momento nel mondo della scienza: «Se i fondi pubblici finanziano la scienza, la scienza deve...
  • 07/10/2012 Creazionismo in politica Il deputato repubblicano Paul Broun fa parte del Comitato parlamentare on Science, Space and Technology. Sostiene che l'evoluzionismo è una "bugia". E che la Terra è stata creata 9.000 anni fa come...
  • 22/02/2013 Socrate, Asimov e Big Science Ai confini della realtà conosciuta c'è solo visione, racconto, immaginazione. In attesa di mappature, verifiche, esperienza. Così sono emerse nel corso della storia una serie di scoperte straordina...
Add Comment Register



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *