Home » Approfondimenti » Big data

Big data

Big data innovazione

Big Data Politics

Quattro anni fa, la campagna presidenziale di Obama ha innovato usando i social network e la rete per comunicare e finanziarsi. Quest’anno l’ha usata anche per riconoscere modelli di comportamento degli elettori analizzando i grandi volumi di dati registrati mentre usano varie piattaforme digitali. Altro che sondaggi. Qui si guardavano i pattern contea per contea. Un po’ di background in materia su O’Reilly Community. E in un post su Engace di Patrick Ruffini. E infine un post dell’anno scorso di Micah Sifry, cofondatore di Personal Democracy Forum, dove si leggeva che: Based on conversations...

Big data innovazione

AntiMap: Big Data fai-da-te in tasca

La AntiMap è un progetto – open source – per registrare e visualizzare i dati che si possono raccogliere con lo smartphone. E’ uno dei progetti segnalati agli Information is beautiful Awards.

Big data partecipazione

A Pordenone. Esperienze e visioni sull’intelligenza della città

Oggi a Pordenone si parla di smart cities. In un percorso che riguarda anche il nuovo piano regolatore. Ecco un promemoria di riflessioni proposte qualche mese fa: Esperienza. “We shape our buildings; thereafter they shape us”. Molte citazioni che si trovano decontestualizzate su internet non sono una sicurezza dal punto di vista filologico. Ma questa citazione di Winston Churchill vale la pena di essere ripetuta. Perché introduce il tema delle smart city nel modo più ambizioso: siamo noi che diamo la forma ai nostri edifici, ma sono gli edifici che poi modellano la nostra vita e la nostra...

Big data innovazione partecipazione

Ton Zijlstra. Open data for the rest of us

A State of the net, ieri, Ton Zijlstra ha parlato con piglio razionale, molto efficace e senza eccesso di comunicazione, sul tema degli open data. Si vede che ci lavora davvero.
Potential and Impact of Open Data in Europe
View more presentations from ePSI Platform

Qui un pezzo su una discussione su open data che può essere interessante leggere per chi pensa che il tema sia connesso alla costruzione di “capitale sociale”.

Big data media

Data mining attivo

Si scopre che le Poste Italiane, come del resto pare la Telecom Italia, sono interessate a sviluppare prodotti da offrire alle aziende, con sistemi di raccolta di dati sui consumatori basati sull’utilizzo dei media sociali. Dati aggregati, naturalmente, che non mettono in discussione la privacy dei singoli. E fino a prova contraria questa è la realtà. Il potenziale conoscitivo che i movimenti online delle persone è enorme. Ad Amazon, 35 milioni di utenti, fanno addirittura esperimenti sui movimenti dei consumatori, cambiando un po’ la forma delle pagine, il numero di prodotti offerti...

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video