Home » innovazione » Microsoft: erano 23 anni che non perdeva…
innovazione

Microsoft: erano 23 anni che non perdeva…

La Microsoft ha subito una riduzione del fatturato per la prima volta dal 1986.

Bbc:
“Microsoft has said sales in the first three months of 2009 fell 6% from the previous year – its first quarterly drop in 23
years as a public company. The world’s largest software maker said profit dropped by 32% to $2.98bn (£2bn). Sales slipped to $13.65bn. Microsoft makes most of its profit selling the Windows operating system and business software such as Office. However demand has been hit by falling sales of personal computers as consumers and businesses trim spending. “We expect the weakness to continue through at least the next quarter,” said the firm’s chief financial officer, Chris Liddell.”

E’ un fenomeno significativo. Significa che la dinamica del ciclo ha contagiato la Microsoft, che prima sembrava immune. Il pc non è più una storia di crescita infinita nonostante tutto, è più simile a una commodity, e soprattutto ci sono ormai significative alternative (cloud computing, google docs, minicomputer portatili, iphone…).

Commenta

Clicca qui per inserire un commento

  • Ma le parole non contano più nulla ? La Microsoft non ha perduto, ha avuto una contrazione di fatturato del 6 per cento in un trimestre. Con quel che è successo vorrei anche vedere. Noto invece il silenzio assoluto sulla triste sorte dell’anti-Microsoft (oddio, sempre anti-qualcosa, nell’ordine anti-Apollo, anti-Digital, anti-IBM, anti-HP, anti-Compaq), tale Sun Microsystems. Nemmeno un necrologio. Spero che su Nova qualcosa si pubblichi, anche solo una parafrasi della voce di Wikipedia.

  • il pc può essere considerata una commodity, ma Microsoft vende software e quindi è collegato alle vendite di hardware fino ad un certo punto. significative sono le contrazioni in alcuni settori/paesi dove il free software, l’open source e concorrenti vari stanno attaccando il gigante di Redmond con crescente successo

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video