Home » ricerche

ricerche

partecipazione perplessità Post ricerche

Una task force per il lavoro

È davvero assurda la polemica che si è sviluppata sui dati e le ipotesi interpretative che Tito Boeri ha proposto per descrivere le possibili conseguenze del decreto Dignità sull’occupazione. La polemica politica non dovrebbe trasformare in opinioni i dati, ma tenerne conto e produrre decisioni migliori. Tito Boeri si era trovato a contrastare con i dati anche le politiche dei precedenti governi (Repubblica, Fatto). Ma è credibile che una persona che ha dedicato tutta la vita allo studio dell’economia del lavoro, metta in giro dati e ipotesi interpretative campate per aria proprio sulla sua...

News ricerche visioni

Critica del deep learning

Gary Marcus propone una visione critica del deep learning (pdf). Secondo l’autore presenta una quantità di difetti tale da preparare un possibile effetto boomerang per l’eccessivo hype che l’ha caratterizzato recentemente. Si può rimediare, certo. In fondo è solo matematica. Quindi si può riconsiderare, rendere più trasparente, qualificare in modo più appropriato.
Vedi anche Vivek Wadhwa.
Problemi dei big data derivanti dai servizi di social network, secondo Eszter Hargittai.

News perplessità ricerche

Bias

Come ProPublica ha analizzato l’algoritmo distorto a sfavore dei neri… ProPublica

partecipazione Post ricerche visioni

In difesa della storia. Proprio ora. Per il futuro

Occorre un’apologia della storia. La società contemporanea ha bisogno di consapevolezza storica, dal punto di vista intellettuale, come la vita ha bisogno di aria e nutrimento. Difendere la storia sta diventando una battaglia importante, che può contribuire superamento della scioccamente triste, disorientata, talvolta incomprensibilmente drammatica fase attuale della vicenda umana. L’abolizione della storia, nella cultura attuale, è probabilmente uno dei più gravi attentati alla speranza, alla logica, alla progettualità. È un grande gesto di potere, esercitato dalle entità che governano il...

News perplessità ricerche

Migrazioni. Economia e percezioni

L’Ocse pubblica la sua ricerca sulle migrazioni. Il lavoro è immenso e va consultato con attenzione. Soprattutto per chi voglia avere un’opinione non pregiudiziale del fenomeno e delle politiche che ne conseguono. Di certo il fenomeno va gestito perché, come si evince dall’editoriale di Stefano Scarpetta, è un’opportunità ma può generare reazioni irrazionali tali da inficiare il vantaggio che può comportare: i problemi generati dalle percezioni diffuse nell’opinione pubblica, anche quando siano prive di riscontri empirici, non possono essere negati o ignorati (Oecd).

libri Post ricerche

Il lavoro del futuro. Il libro /3

Le presentazioni di un libro conducono a sentire racconti interessantissimi per proseguire la ricerca. In realtà, anche i libri nel frattempo si aggiungono e continuano ad alimentare la conoscenza di uno dei temi più appassionanti di questo periodo: Il lavoro del futuro. Segnalo alcuni nuovi libri che ho incrociato discutendo con gli autori intorno al tema del lavoro del futuro: Domenico De Masi, Il lavoro nel XXI secolo, Einaudi 2018 «Così lavoro e parto, che la lingua francese unifica nella parola travail, sono appaiati per sempre nel concetto di dolore». Massimo Gaggi, Homo premium...

informazione News ricerche

Vedere il falso

What’s trending in fake news? IU tools show which stories go viral, and if ‘bots’ are to blame
By Filippo Menczer

Post ricerche

Il lavoro del futuro. Il libro /2

Si impara girando con il libro sul lavoro del futuro nello zaino. Oggi a State of the Net ha parlato Swg che aveva una ricerca dalla quale risulta tra l’altro che: “Il tema dell’innovazione digitale nell’ambito del lavoro sta spaccando a metà l’opinione pubblica: mentre il 42% (in particolare persone con elevato reddito ed elevato livello di educazione) ritiene che robot e algoritmi non rubino posti di lavoro, il 47% ritiene invece che questo avverrà. In particolare, rispetto al 2016, la percentuale di coloro che ritiene che i robot rimpiazzeranno i lavoratori in diverse mansioni passa...

libri Post ricerche Senza categoria

Il lavoro del futuro. Il libro /1

Portando in giro il mio nuovo libro, quello che è emerso da un’inchiesta fatta per il Sole 24 Ore, il lavoro del futuro, sto imparando parecchie cose. 1. Il valore delle aziende che stanno aggregando grandi moli di dati non è soltanto nei dati, ma soprattutto nel vantaggio che stanno accumulando con l’allenamento dei loro algoritmi. Renzo Avesani, Unipol. 2. Il 5% dei lavori è pienamente automatizzabile. Francesco Daveri, Bocconi 3. Molte aziende italiane vengono vendute a fondi internazionali? E allora facciamone un business: moltiplichiamo le nuove imprese programmando di venderle. Per poi...

informazione News ricerche

IG Metall: più auto elettrica, meno posti di lavoro

Uno studio dei metalmeccanici tedeschi dice che il passaggio all’auto elettrica rischia di far perdere al sistema tedesco dell’automobile 76mila posti di lavoro entro il 2030 (IGmetall). Mi pare di capire che si tratta soltanto dei lavoratori che si occupano dei cambi (che non servono nell’auto elettrica). Anche per l’Italia ci si può aspettare un impatto. Sarà bene cercare di anticipare il cambiamento e non aspettare la crisi.

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video