Home » Approfondimenti » Big data » Raccolta dati per Big Data, Miur
Big data Educazione strategica News

Raccolta dati per Big Data, Miur

Il Miur ha messo insieme un piccolo gruppo di lavoro (al quale dò una mano) per compilare un rapporto sui Big Data allo scopo di studiare i possibili miglioramenti nella formazione in materia ed eventualmente nell’uso dei dati per l’organizzazione della scuola. A questo scopo, sta raccogliendo autosegnalazioni dai centri di ricerca che si occupano del tema. Ecco il comunicato:

Big data, auto-segnalazione dai centri di formazione e ricerca
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Roma, 26 febbraio 2016

Big data, richiesta di auto-segnalazione per i centri che si occupano di formazione e ricerca

L’evoluzione delle tecnologie informatiche, della sensoristica e l’espansione delle rete di dati hanno portato all’accumulazione di una straordinaria quantità di dati che ormai approssima la decina di zettabyte su supporti e di natura e formato molto diversi, provenienti da uno spettro amplissimo di ambiti. Si parla oggi di big data intendendo appunto queste masse di dati, la cui analisi richiede strumenti informatici innovativi e che promettono di fornire informazioni nuove e di grande rilievo nei più diversi settori.

Il MIUR ha costituto un Gruppo di lavoro per avviare una riflessione condivisa sui big data, sulle possibilità di valorizzarli a sostegno delle decisioni di sistema, sull’offerta formativa a disposizione nel Paese, sulle potenziali traiettorie di sviluppo per i prossimi anni e su come l’Italia potrebbe intercettarle, in linea con i migliori orientamenti degli altri paesi. Uno degli obiettivi del Gruppo è la mappatura dei centri (universitari e non) che operano nel settore dei big data con riferimento alla formazione, ricerca e costruzione di competenze.

Il Gruppo di lavoro invita tutti i soggetti attivi nel campo dei big data attraverso programmi di formazione, valorizzazione o ricerca a segnalare tali iniziative all’indirizzo bigdata@miur.it , fornendo i link ai siti dove tali iniziative sono illustrate.

Commenta

Clicca qui per inserire un commento

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video