Home » perplessità » Fusione fa la forza. Perché Facebook e Google unificano le rispettive piattaforme
perplessità Post

Fusione fa la forza. Perché Facebook e Google unificano le rispettive piattaforme

A quanto pare, Facebook sta lavorando per integrare molto di più Instagram e Facebook. Le significative differenze di identità, funzioni e brand tra le due piattaforme stanno per essere erose da una volontà unificante. Del resto, la messaggistica di Facebook si sta fondendo tutta nella piattaforme vincente Whatsapp. (Bloomberg)

Google ha deciso di unificare le sue applicazioni di utilità, dalla scrittura ai calcoli, dalle presentazioni alle chat, dalla mail alle videochiamate. Sarà più facile usarle insieme nelle stesse schermate. (Fastcompany)

La logica di queste fusioni è forse quella di dare maggiore semplicità d’uso al pubblico. Certamente facilita la gestione dei big data che si raccolgono. E può aiutare nell’obiettivo di tenere gli utenti più a lungo possibile sulle piattaforme di quelle grandi aziende. Può alla lunga servire a unificare il significato dei brand, seguendo un po’ quello che da sempre riesce alla Apple meglio che a tutti.

Ma c’è un altro vantaggio per le piattaforme che unificano i brand. Il vantaggio di rendere meno credibile un’azione antitrust orientata a spezzare le grandi concentrazioni digitali. In questo momento, l’antitrust europea potrebbe ancora considerare di dividere Facebook, Whatsapp e Instagram. Ma se le piattaforme saranno unificate apparirà molto più difficile.

Ps. Anche Microsoft va in una direzione simile? Il rebranding di Bing, diventato Microsoft Bing potrebbe essere un indizio. Ma proprio Microsoft ha avuto tali problemi con l’antitrust che probabilmente su questo ci va con i piedi di piombo. Sicché per ora non si parla di Microsoft Linkedin o di Microsoft GitHub…

Commenta

Clicca qui per inserire un commento

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video