Home » libri » Ippolita. «L’ideologia inscritta nell’ergonomia del servizio»
libri News

Ippolita. «L’ideologia inscritta nell’ergonomia del servizio»

anime_elettricheIl nuovo libro di Ippolita, Anime Elettriche, è una bella lettura. Per i cultori di “digital humanities” è una sfida a proseguire nella ricerca di una dimensione ulteriore, successiva ovviamente alla vecchia distinzione tra le dimensioni umanistica e scientifica, ma anche successiva alla loro collaborazione cosiddetta interdisciplinare. Qui si tratta proprio di una disciplina simbiotica e complementare. Basta leggere questo passo per rendersi conto delle conseguenze:

“Indagheremo le tecniche con cui i social network commerciali ricostruiscono l’unità somato-psichica dell’individuo a partire da una copia estrapolata dai dati che ogni giorno riversiamo sulle piattaforme di condivisione confessionali. Vedremo come e perché siamo portati spontaneamente a creare un doppio, simulacro di sintesi e alter ego, nel quale specchiarci come in una versione ben riuscita di noi stessi. Ma il gemello digitale ci supera, sfugge alle nostre velleità di controllo emotivo e narrativo. La sua genesi infatti non è autonoma: lo creiamo sulla base dell’ideologia inscritta nell’ergonomia del servizio, ovvero seguendo le regole implicite secondo cui è stata progettata idealmente l’interazione umano-macchina.”

Vedi le importanti recensioni di Francesco Monico su Nòva100 e Marco Dotti su Vita.

2 Commenti

Clicca qui per inserire un commento

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video