Lavoro del futuro. Oggi una puntata sul gioco di squadra

lavoro-futuro-3

Oggi una nuova puntata della serie dedicata al lavoro del futuro sul Sole 24 Ore: Se il «progetto» rappresenta l’architettura del successo. Questa volta si cerca di comprendere con quale mentalità si affronta il lavoro nel contesto delle piattaforme sociali, delle startup, delle aziende innovative anche dal punto di vista dell’organizzazione. Ci sono Giacomo Arcaro e Paolo Barberis, tra gli altri, a suggerire soluzioni. L’approccio fondamentale è orientato a scoprire le capacità essenziali che servono nel nuovo contesto lavorativo. I mestieri – collegati a certe tecnologie o a certe soluzioni organizzative – tendono a diventare obsoleti velocemente, probabilmente. Ma il lavoro, cioè la capacità di lavorare, non può diventare obsoleta. Come si fa? Sviluppando competenze che non sono conoscenze specialistiche ma che fanno parte di una cultura di fondo: non si tratta di essere flessibili di per sé ma di tenere una barra strategica per attraversare la trasformazione cercando di pensare per progetti da realizzare, facendo gioco di squadra, coltivando senso critico. Sono alcune delle soft skill che servono anche secondo l’Ocse.

Intanto, Salvatore Iaconesi mi segnala l’esperienza di Nefula su questi temi: This is not just another article about the Future of Work.

Molti i commenti raccolti finora. Mandane uno anche tu…

Il dossier sul lavoro del futuro sul Sole 24 Ore sono:
Il lavoro del futuro una realtà già in atto
Innovazione per abbracciare le opportunità
Cogito, ergo capisco come voi umani
Se il «progetto» rappresenta l’architettura del successo

Vedi anche:
EY: How can you prepare now for the work of the future?
FT: AI’s rapid advance sparks call for a code for robots
Sole: Ecco come Industria 4.0 può creare oltre 40 mila posti di lavoro ogni anno
Sole dossier: Il dibattito sull’università
Ilo: Global Commission on the Future of Work
Aspenia: La rivoluzione tecnologica in atto: chi governa davvero il futuro?
Oecd: The Future of Work
Fastcompany: You Are Being Exploited By The Opaque, Algorithm-Driven Economy
PS: The Clash of the Data Titans
Teaching A.I. Systems to Behave Themselves
I’M A GOOGLE MANUFACTURING ROBOT AND I BELIEVE HUMANS ARE BIOLOGICALLY UNFIT TO HAVE JOBS IN TECH
The Fundamental Limits of Machine Learning
Notes on Platform Capitalism
McK: The digital future of work: What skills will be needed?
McK: The digital future of work: What will automation change?
McK: Technology, jobs, and the future of work
McK dossier: Employment and Growth
McK dossier: Future of Organizations & Work

  • 22/10/2017 Il territorio per il lavoro del futuro Una dimensione che si rivela fondamentale per affrontare il tema del lavoro del futuro è quella territoriale. Il territorio è il luogo delle relazioni più intense tra la tradizione e l'innovazi...
  • 10/09/2017 Lavoro del futuro. Fabbriche col consenso Oggi la serie sul lavoro del futuro sul Sole 24 ORE prosegue con l'esplorazione di alcune possibilità per la manifattura del futuro. Il disastro industriale degli ultimi dieci anni in Italia, c...
  • 01/10/2017 Il lavoro del futuro e l’ecosistema La grande azienda espelle manodopera. Ma non necessariamente riduce l'occupazione. Questa apparente contraddizione si scioglie se la grande azienda si trasforma in una piattaforma che alimenta un e...
  • 05/11/2017 Le risorse umane per il lavoro del futuro È davvero interessante cercare di comprendere come devono evolvere le direzioni delle risorse umane per gestire una transizione verso il lavoro del futuro che si annuncia complessa come non mai...
  • 20/08/2017 Il lavoro del futuro. Una ricerca. (Vuoi contribuire?) Il Sole 24 Ore sta da tempo conducendo una campagna di sensibilizzazione sulla necessità di operare nuove policy per aumentare l'accesso al lavoro, specialmente dei giovani, e per migliorare le pol...
  • 15/10/2017 Imparare il lavoro del futuro: il mezzo è la formazione Non esiste formazione per un lavoro che non si conosce? Esiste preparazione. Come si organizza una scuola che prepara nel contesto della rete? Pensando la matrice culturale della rete, risponde Ste...
Add Comment Register



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *