Non intelligenza artificiale. Ma intelligenza aumentata

Pattie Maes lavora al MediaLab dell’Mit. Aveva cominciato con l’intelligenza artificiale. E con Marvin Minsky e Rodney Brooks. Poi si è accorta di non essere tanto interessata a produrre una macchina che sviluppi una propria intelligenza. Ma a un sistema che aumenti l’intelligenza dell’insieme di umani e macchine che sta emergendo nella rete. Il che è molto contemporaneo. Tom Malone la chiamerebbe intelligenza collettiva. Lei la chiama intelligenza aumentata: “non A.I.” dice, “ma I.A.”. L’ha intervistata John Brockman su Edge. Tutto da leggere. Alcune parti, più che a un progetto di ricerca sembrano riferirsi alla descrizione di quanto sta effettivamente accadendo. Altre parti sono visionarie. Perché lentamente, leggendo, ci si accorge che Maes pensa a macchine con interfacce che non sono fatte per entrare senza frizioni nella vita quotidiana e condizionarle affidandole all’istinto più facile, come molte piattaforme attualmente in uso, ma che sono fatte per alimentare la razionalità – l’intelligenza – con la quale si prendono le decisioni quotidiane. Il progetto è illuministicamente rivoluzionario. E va seguito.

SixthSense

Qui sotto la prima puntata della serie Celebrating Marvin Minsky:

Articoli Correlati

  • 05/02/2016 Harvard: le aziende dovranno assumere più umanisti L'idea è chiara: i computer sono destinati a sostituire molte operazioni tecniche e anche diverse attività di produzione di tecnologia. Quali capacità umane serviranno? Creatività, empatia, ascolto...
  • 11/07/2015 Indy Johar è un incontro che prima o poi devi fare Indy Johar è un esperto di social innovation perché ne fa e l'ha fatta. Ha parlato all'Expo in un incontro organizzato da ItaliaCamp sul trma dell'Impact Investing per il bene pubblico. Ha contesta...
  • 25/01/2017 Il gigantesco mondo dei batteri e l’ecologia degli antibiotici Si diceva che ci sono 5.000.000.000.000.000.000.000.000.000.000 batteri sulla Terra, più delle stelle che ci sono in cielo, per quello che ne sappiamo (BBC, dieci anni fa). O forse un poco meno...
  • 26/08/2017 La ricerca ideologica della creatività automatica Amazon cerca una leadership culturale anche nella moda. Ha costruito una "ricerca" con la partecipazione di veri studiosi e visionari tecno-progettisti per esplorare le relazioni tra intelligen...
  • 15/06/2016 Il Compasso di Ezio Manzini Il momento in cui Ezio Manzini riceve il Compasso d'Oro alla carriera. Un momento bello, giusto e buono. Grande Ezio! Vedi: Una lezione di Ezio Manzini Design per l’innovazione sociale
  • 13/01/2015 Il lavoro intellettuale a ore. Un grafico Sappiamo che Murakami nuota. Un'ora al giorno. Invece la maggior parte degli intellettuali fa esercizio con delle grandi camminate. Ma quando dormono? E quando scrivono? Kafka lavorava di notte, co...
Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>