Xylella. Anche il CMCC ci sta lavorando

ulivo

Anche il CMCC sta lavorando ad alcuni progetti che devono servire per prevenire e ridurre l’impatto della Xylella fastidiosa sulla coltivazione degli olivi. Modellistica dell’olivo, studio del disseccamento rapido della pianta, proiezioni climatiche. CMCC.

La storia della Xylella in Puglia è drammatica. Controversa. Complicata. Ogni volta che se ne parla è una sofferenza. Ma studiare è la singola principale cosa da fare per impedire che diventi una storia sempre più triste.

Gli olivi sono alberi che possono diventare antichi. La loro vita è la memoria della lunga durata mediterranea.

  • 17/08/2015 Un cervello nella pancia Il cervello ha molti miliardi di neuroni. Ma la pancia ne ha centinaia di milioni. E quei neuroni prendono decisioni importantissime per la digestione e la gestione della flora batterica indipenden...
  • 26/02/2016 Le statistiche dell’Italia digitale sono un richiamo all’umiltà Ancora una volta le statistiche sulla posizione dell'Italia nell'Europa digitale dicono che siamo indietro, che stiamo perdendo tempo, che abbiamo molto da recuperare: insomma che non cogliamo ...
  • 09/06/2015 Le statistiche visuali possono essere impressionanti Questa raccolta di dati sulla seconda guerra mondiale è impressionante. Ho la vaga sensazione che a molti non venga immediata la la voglia di guardare qualcosa sulla seconda guerra mondiale. Ma que...
  • 28/05/2017 Fake fight guerrilla Walter Quattrociocchi riassume in un pezzo per Wef la sua esperienza nello studio dei comportamenti online che sono collegati alla diffusione di notizie false. I suoi temi sono relativamente tradiz...
  • 16/08/2016 Un libro al giorno, leva il medico di torno. Dicono a Yale. La dieta mediatica sana ha effetto Avni Bavishi, Martin D. Slade, Becca R. Levy di Yale hanno pubblicato "A chapter a day: Association of book reading with longevity" un articolo (a pagamento) che dà conto della loro ricerca sulla r...
  • 18/06/2017 Lo avrete visto. Ma homo sapiens ha 300mila anni adesso… Homo sapiens non ha 190mila anni. Ne ha 300mila. In Marocco c'è un sito archeologico che sta restituendo scoperte straordinarie. Tra le quali una che ha consentito di datare in modo drasticamente n...
Add Comment Register



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *