Ipertinenza di Derrick de Kerckhove

Ipertinenza. Un gioco di parole che richiama l’opposto dell’impertinenza. Un concetto, l’ipertinenza, che con il suo “iper” suggerisce un senso di estrema pertinenza. E si usa per comprendere un aspetto di quello che succede nella cultura pervasa dalle conseguenze della rete. Soprattutto nella sua evoluzione che l’internet mobile favorisce: la fusione della connessione digitale con il territorio e l’ambiente.

Non ha più alcun senso, se mai ne ha avuto, parlare di separazione tra il “virtuale” e il “reale”. Le persone sono immerse in un ambiente arricchito dalla rete e reagiscono alle condizioni che si verificano anche in base all’estensione delle capacità cerebrali generata dalla disponibilità degli strumenti digitali connessi. Un elemento del successo delle nuove sollecitazioni culturali emergenti e una strada per interpretarle è dunque la loro “ipertinenza”: la loro capacità connettiva, pratica e concettuale, la loro contestualizzazione, la loro adottabilità dalle persone che le riconoscono come liberatorie e generative del ruolo attivo di ciascuno nell’ecosistema dell’informazione e dell’innovazione.

Derrick de Kerckhove ne ha parlato ieri a un convegno organizzato dalla banca Intesa

Articoli Correlati

  • 18/10/2010 Yunus contro Frankentime Il mostro Frankentime è nato dalla tecnologia fabbricata dall'uomo e prende possesso della sua vita. La salvezza è solo nella saggezza di riconsiderare i motivi delle nostre azioni.E c'è una frase ...
  • 29/06/2013 Pensando all’evoluzione dell’architettura distribuita della produzione L'architettura distribuita della produzione si rigenera a partire dalla pratica del design aperto e la valorizzazione della cultura artigiana consapevole delle opportunità offerte dall'elettronica,...
  • 07/09/2011 Intelligenza collettiva e saggezza individuale Internet ha dato una spinta straordinaria alla nostra capacità di fare le cose insieme. La memoria si costruisce collettivamente (e la strategia di memorizzazione si affida al "collettivo" che prod...
  • 21/02/2013 Il fuoco mancante della prospettiva Parlando con il presidente dell'Istat, Enrico Giovannini, ieri, ho ascoltato il suo entusiasmo per gli sviluppi dell'economia della felicità. Il filone di ricerca economico che cerca di ritrovare u...
  • 19/03/2012 I beni comuni, per Rodotà Philippe Aigrain ha fatto tradurre un pezzo uscito sulla Repubblica e scritto da Stefano Rodotà sui beni comuni. (Bellissimo leggerlo nella lingua dei grandi intellettuali dei tempi di Parigi). È d...
  • 21/03/2014 Michalis Vafopoulos a Cesena Michalis Vafopoulos è a Cesena per il Web economy festival. Appunti. Il web è diffuso, contrastato, contraddittorio: va conosciuto. È come una strada. È un'infrastruttura di base. Nella quale vi...

2 Commenti su “Ipertinenza di Derrick de Kerckhove

Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>