Big Data Politics

Quattro anni fa, la campagna presidenziale di Obama ha innovato usando i social network e la rete per comunicare e finanziarsi. Quest’anno l’ha usata anche per riconoscere modelli di comportamento degli elettori analizzando i grandi volumi di dati registrati mentre usano varie piattaforme digitali. Altro che sondaggi. Qui si guardavano i pattern contea per contea. Un po’ di background in materia su O’Reilly Community. E in un post su Engace di Patrick Ruffini. E infine un post dell’anno scorso di Micah Sifry, cofondatore di Personal Democracy Forum, dove si leggeva che:

Based on conversations I’ve had with a range of Republican and Democratic online political strategists over the past few weeks, the conventional wisdom of the moment is wrong. Facebook and other third-party social network platforms aren’t the central battlefield. It’s data and targeting and figuring out how to use online strategies to enable motivated volunteers to identify, persuade and get out the vote.

Una bella spiegazione è su Mashable.

Facebook intanto ha invitato le persone a invitare gli amici ad andare a votare cliccando su “I’m voting”. In questo modo ha anche saputo un dato straordinariamente importante per conoscere il comportamento delle persone alle elezioni. Hanno cliccato oltre 12 milioni di elettori: un sondaggio enorme, non paragonabile con niente di precedente.

Big Data Politics è un passo oltre la politica dei sondaggi. Serve a riconoscere modelli di comportamento. E a chiamare all’azione in modo capillare la popolazione scoprendo dove sono i nodi strategici delle reti sociali. Già: “il meglio deve ancora arrivare”. Ma sarà bene che i cittadini lo sappiano. La consapevolezza è libertà.

Articoli Correlati

  • 12/06/2013 SMALL, MEDIUM, BIG DATA: per un’archiettura consapevole, decentrata, interoperabile Big Data è Big Business e Big Government. Se ne sono accorti tutti dopo la mega valutazione di Facebook, poco più di un anno fa, quando il social network si è quotato in borsa: quella valutazione, ...
  • 18/07/2013 Big Data… Strategia europea cercasi Big Data è tema di un convegno notevolissimo organizzato oggi al Cnr di Pisa. Una strategia europea per i Big Data è necessaria. Dino Pedreschi e Fosca Giannotti lanciano una pratica di collabora...
  • 03/11/2014 Master Big Data a Pisa Comunque la si voglia mettere, i Big Data stanno creando il bisogno di data scientist. E di aziende capaci di assumerli o utilizzarne la professionalità per comprendere il mondo nel quale opera...
  • 05/12/2014 Cineca: dal supercomputing alla gestione dei big data Il Cineca supporta l'attività di innovazione. Fino a ora soprattutto con il supercalcolo. Ora anche con la gestione dei big data, con Pico, che entra in produzione oggi. Con 8 petabyte di storage, ...
  • 29/10/2013 Big data all’europea. Partita aperta. Perché no? Il megamondo dei Big Data è ampio come internet e forse oltre. Motori di ricerca, social network, pubbliche amministrazioni, sistemi di pagamento, trasporti... Molte piattaforme e aziende generano ...
  • 07/12/2014 Merkel update. Il conflitto informale con l’America La cancelliera Merkel e il presidente Obama sono divisi da un oceano digitale immenso e senza mediazioni possibili. Oggi Merkel ha detto che la rete internet attuale va vivisezionata: una parte dev...

3 Commenti su “Big Data Politics

Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>