Consultazione per un’Agcom multistakeholder

L’Agcom è un nodo fondamentale per comprendere come l’Italia si muoverà nella grande trasformazione dei media prevedibile per i prossimi anni. Un’Agcom trasparente, che conosce e riconosce sia le lobby che i portatori meno forti e organizzati di punti di vista diversi che esistono nella società in modo altrettanto trasparente, sarebbe più forte e capace di decidere.

Invece di continuare ad aspettare che la saggezza del Governo e le logiche del Parlamento generino la nuova composizione dell’Agcom – che si rinnova il prossimo maggio – si potrebbe cominciare ad aprire una consultazione che porti tutti gli interessati a rendere noti i loro punti di vista, a informare gli altri sui fatti che vedono, a contribuire alla definizione di una prospettiva di azione equilibrata e innovativa per la prossima autorità delle comunicazioni.

Il programma sarebbe orientato a fare emergere le tesi, le notizie, le discussioni che le varie bolle di punti di vista stanno coltivando per creare un terreno culturale comune. La trasparenza delle forze che spingono le decisioni in un senso o in un altro sarebbe un passaggio di maturazione importante per un argomento che coinvolge tutti: una logica multistakeholder è l’unica che possa servire davvero all’ecosistema dell’informazione. (cfr. Crossroads)

Ne parla Luca Nicotra e cita l’idea Nicola D’Angelo.

Articoli Correlati

  • 30/11/2011 Agenda digitale – L’occupazione si fa con le start up Grazie a Erik Lumer vedo questo sommario di un rapporto Kauffman Foundation che mostra come la nuova occupazione negli Stati Uniti sia fatta essenzialmente dalle start up. Si tratta di una tendenza...
  • 17/02/2011 Ted conversations Il mitico Ted lancia il suo social network, Ted Conversations. Si postano domande, si lanciano temi di discussione, si propongono idee da sviluppare. L'interfaccia e l'ambiente che si trova nelle T...
  • 15/10/2009 Résumé Legal SensorsFcc apre un sito per sviluppare i principi da applicare in nome della net neutrality.Parte una consultazione per comprendere le conseguenze delle nanotecnologie e diffondere la consape...
  • 09/02/2010 What’s the Buzz E quindi ecco Buzz. Per costruire conversazioni a partire dalle reti sociali che si coltivano già in Gmail, connettendo quelle che si tengono via Twitter e condividendo i contenuti pubblicati già s...
  • 27/09/2011 Scienza e media a Krakow A Cracovia per una discussione sull'innovazione nell'informazione scientifica. Si scopre che la scienza può fare molto per spiegarsi meglio, ma i media possono apprendere dalla scienza l'importanza...
  • 22/06/2010 Storcere il naso in rete Si vede che storcere il naso quando si parla di internet è diventato un modo per appartenere alla corrente di chi è controcorrente. Come se si potessero combattere gli ideologici che hanno dipinto ...

4 Commenti su “Consultazione per un’Agcom multistakeholder

Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>