Gli editori ripensano alle app

I tablet sono stati un successo straordinario. E gli editori hanno da subito sentito che sarebbero stati uno strumento di rilancio del loro business. Ma continuano a cercare di capire in che modo. La transizione delle loro pubblicazioni sul nuovo supporto non ha certo sfondato (e d’altra parte in genere sono state realizzate con investimenti piuttosto contenuti). Ora New York Times e Washington Post stanno provando le loro versioni di aggregatori, sulla scia dei successi di start-up indipendenti come FlipBoard o Zite, con discreto successo. L’esplorazione continua. Ne parla Damon Kiesow per Poynter.

Articoli Correlati

  • 03/01/2011 Momento di passaggio nell’editoria delle applicazioni Nel 2010, la Apple ha di fatto creato il mercato dei tablet. E, connettendo il concetto a quello dell'iPhone, ha rilanciato il mercato delle applicazioni. Concepite come software che girano su ogge...
  • 03/01/2011 Bis sulle apps, grazie a Massimo Massimo Mantellini ha risposto al mio post precedente con considerazioni a suo dire deprimenti: il meglio che è venuto fuori nell'editoria per gli iPad è stato la possibilità di leggere lo stesso g...
  • 10/10/2011 Anche il Guardian a pagamento sull’iPad La nuova app del Guardian per iPad costerà 9,99 sterline al mese. Più o meno come quella del New York Times e del Telegraph, dice PaidContent.Il prezzo appare motivato dalla ricerca di un equilibri...
  • 02/08/2010 Libri e giornali Lo spunto viene da un pezzo di Mante su Punto informatico. Che induce un pensiero laterale. Il pezzo di Massimo allude ai diversi comportamenti degli editori di libri e di giornali nei confronti de...
  • 28/05/2009 La musica del ripensamento Le major della musica stanno cominciando a capire che le piccole start-up internet che diffondono i brani musicali non sono nemiche ma fanno parte dell'ecosistema che può dare al business un futuro...
  • 15/12/2012 Il caso dell’app del Guardian su Facebook. Un successo controproducente Istruttivo il caso dell'app che il Guardian ha pubblicato sul social network Facebook. Ha avuto un successo enorme, sulle prime, con milioni di lettori giudicati "nuovi" per i contenuti del giornal...

1 Commento su “Gli editori ripensano alle app

Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>