Rinvio, ma non ad personam

Il ddl sulla prostituzione è rinviato. Tecnicamente non può essere un rinvio ad personam. Perché l’utilizzatore finale in luoghi chiusi non è punibile.

Intanto, un meraviglioso dibattito sul New York Times che riguarda come i politici superano gli scandali di tipo pruriginoso. Chiedono scusa, si dimettono, si fanno perdonare. Ma nessuno fa finta di niente, in America.

Articoli Correlati

  • 17/12/2010 Cortei come vorremmo che fossero Sandrone Dazieri - grande cuore - scrive sul giorno più caldo dell'inverno romano. Sembra dire: si può sbagliare a scrivere la propria vita, ma si sbaglia di certo a voler scrivere a forza que...
  • 20/09/2010 Priorità di Gmail Luca Filigheddu dice che ha spento l'opzione che autorizzava la sua Gmail ad applicare l'algoritmo per filtrare la posta in funzione dell'importanza dei messaggi. Perché Luca usa molte etichette pe...
  • 22/07/2009 Santi e palloncini Il titolo della Repubblica è attraente. Il premier dichiara con grande competenza di non essere un santo. Ma non si può cliccare per leggere l'articolo. Perché davanti alla pagina viaggiano dei pal...
  • 28/03/2011 Bolla o non bolla Al New York Times riprendono il dibattito sulla presunta bolla internet 2011. E fanno un confronto con la bolla 1998-2000. Risultato: valutazioni esagerate, ma situazione diversa. Come si diceva. D...
  • 16/06/2011 Pandora scende sotto il prezzo ipo I titoli Pandora sono scesi sotto il prezzo di ipo. Bloomberg. Segno che la bolla non è come la precedente, ma contiene almeno qualche anticorpo. Anche perché l'attenzione critica su organizzazioni...
  • 29/07/2009 Le parole modellano il pensiero Lera Boroditsky, psicologa a Stanford, conduce la sua ricerca su come il linguaggio dà forma al pensiero. Un caso di studio potrebbe essere il pensiero in un paese che non fa che discutere di "esco...

1 Commento su “Rinvio, ma non ad personam

Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>