Home » partecipazione » Sondaggio. Gli elettori del centrosinistra sono più favorevoli all’euro degli elettori di Monti
partecipazione

Sondaggio. Gli elettori del centrosinistra sono più favorevoli all’euro degli elettori di Monti

Secondo l’Osservatorio di Renato Mannheimer pubblicato sul Corriere di oggi gli italiani sono largamente favorevoli alla permanenza dell’Italia nell’euro. Compresi gli elettori del M5S (73%) e gli elettori del centrodestra (68%). Gli elettori dell’alleanza guidata da Monti sono ancora più favorevoli (80%). Ma gli elettori dell’alleanza di centrosinistra lo sono ancora di più: 86%. (la tabella è pubblicata anche su Giornalettismo)

Non era un risultato scontato.

Significa molto. Perché se questo è vero, gli italiani vogliono che la crisi finanziaria sia superata restando nell’euro: il che può avvenire solo con una giusta dose di rigore e crescita. Il consenso si concentra sulle politiche che ottengono questo risultato. Dunque si può dedurre che gli elettori del M5S, quelli del Pd e persino quelli di Monti potrebbero apprezzare i loro partiti se si impegnano per il mantenimento dell’Italia nell’euro; mentre se vedono che non si accordano, generando problemi all’euro, sarebbero orientati a non apprezzare. Solo gli elettori di centrodestra sono eventualmente meno sensibili alle politiche pro-euro. Ma ne consegue che se il quadro di politiche da svolgere deve essere compatibile con la permanenza nell’euro le scelte politiche dei vari partiti devono convergere, almeno sui fondamentali.

Tag

Commenta

Clicca qui per inserire un commento

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video