Democrazia intelligente – Netz, una lettura – Floridia

netz

La questione scandalosa è che il modo di decidere cinese sembra più efficace di quello europeo, per non parlare della politica americana, ultimamente. Noi ci ammazziamo di polemiche, sommersi dal professionismo della raccolta facile di consenso immediato, ottenuto coalizzando gli animi contro qualcosa o qualcuno. I cinesi non lasciano spazio alla polemica. Certo, non sono liberi. Ma secondo qualcuno – come racconta Netz in questo magazine ricchissimo – sono più veloci e adattabili. Dove la questione della velocità ci poteva anche stare. Ma l’adattabilità non era prevedibile. Anzi: la democrazia doveva essere proprio un sistema capace di far cambiare rotta alle società attraverso un processo di “liberazione dell’intelligenza collettiva” e invece si è bloccato nelle tecniche di “controllo e manipolazione dell’intelligenza della somma degli individui”.

Ma il punto è che sappiamo come migliorare la nostra intelligenza collettiva: diversità, rispetto del dibattito, ascolto delle istanze civiche… Se siamo così intelligenti, potremo pure migliorare la nostra capacità di deliberare. Il libro di Antonio Floridia, in proposito, è una lettura necessaria: Un’idea deliberativa della democrazia.

Articoli Correlati

  • 14/04/2017 Chantal Saint-Blancat. La diaspora degli scienziati italiani Chantal Saint-Blancat scrive un libro da leggere intitolato Ricercare altrove. Fuga dei cervelli, circolazione dei talenti, opportunità (il Mulino 2017). Contesta l'idea semplicistica che il "merca...
  • 18/05/2016 Onorevole lei. Ilaria Capua: L’Abbecedario di Montecitorio Ilaria Capua analizza Montecitorio con l'occhio stupito del ricercatore e vagamente indignato del cittadino che però velocemente la butta sull'ironico. Per sopravvivere. E il risultato è una sorta ...
  • 09/04/2016 La cura plurale   Salvatore Iaconesi e Oriana Persico hanno costruito uno spazio di meditazione sulla malattia e la cura, la morte e la vita, l'ospedalizzazione e la socializzazione. Dove si vede che ciò...
  • 13/11/2016 Ah ecco perché l’iPhone 7 è impermeabile… Martin Lindstrom è un simpatico autore danese che contesta l'approccio tecnocentrico alla conoscenza suggerendo di prestare molta più attenzione ai piccoli ma significativi segnali che provengono d...
  • 24/03/2011 Google e diritti d’autore A valle della sentenza americana sull'impresa di Google nei libri, un commento sul Sole.L'idea di Arrow è quella di rendere facile e il più possibile "automatico" il collegamento tra i titoli dei l...
  • 06/07/2016 Ilaria Capua, perché.. In molti sanno la storia. Ilaria Capua, grande virologa divenuta scienziata globale con la scelta di offrire apertamente una scoperta che avrebbe potuto sfruttare per profitto in quanto serviva a ...
Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>