Ah ecco perché l’iPhone 7 è impermeabile…

libro-smalldataMartin Lindstrom è un simpatico autore danese che contesta l’approccio tecnocentrico alla conoscenza suggerendo di prestare molta più attenzione ai piccoli ma significativi segnali che provengono dagli altri e dalle cose. Ne scrive in Small Data e vale la pena di ascoltarlo come hanno potuto fare gli ospiti di un convegno organizzato qualche giorno fa da CFMT.

Tra l’altro Lindstrom ha fatto notare che un buon 12% degli utenti di smartphone dichiarano di averlo usato anche sotto la doccia (una statistica era su Forbes). Ecco perché l’iPhone 7 è impermeabile…

Articoli Correlati

  • 09/04/2016 La cura plurale   Salvatore Iaconesi e Oriana Persico hanno costruito uno spazio di meditazione sulla malattia e la cura, la morte e la vita, l'ospedalizzazione e la socializzazione. Dove si vede che ciò...
  • 30/06/2011 Strumenti che non bastano ma servono per scrivere È una vecchia storia. Si descrivono gli strumenti tecnologici e subito vengono in mente tante cose che si potrebbero fare. Poi si pensa che gli strumenti non bastano... Però se leggere una descrizi...
  • 16/06/2017 Umanimali. Perché i pets si umanizzano mentre gli umani si tecnologizzano. Guido Guerzoni ne scrive In fin dei conti è una grande espansione del concetto di umanità. Gli umani accolgono nel loro mondo affettivo gli animali domestici mentre adottano per il loro mondo cerebrale le tecnologie digita...
  • 07/05/2016 Digitabilità Tempo fa abbiamo letto il magnifico libro di Luca Spaziani sulla digitalibilità: la condizione riconquistata da chi coglie le opportunità offerte dall’innovazione tecnologica per superare le limita...
  • 18/05/2016 Onorevole lei. Ilaria Capua: L’Abbecedario di Montecitorio Ilaria Capua analizza Montecitorio con l'occhio stupito del ricercatore e vagamente indignato del cittadino che però velocemente la butta sull'ironico. Per sopravvivere. E il risultato è una sorta ...
  • 15/06/2015 Nuovi dataset dell’Ocse sulla distribuzione della ricchezza Questa è davvero soltanto una segnalazione. Ma poiché non si fa che discutere di distribuzione (o di concentrazione) della ricchezza vale la pena di sapere che l'Ocse ha distribuito un sistema di d...
Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>