Chi scrive la mia autobiografia

35 - Vineis_115x180_DEFDedicato a chi non lo trovava: è in libreria la nuova versione di Homo Pluralis, Essere umani nell’era tecnologica.

Non c’è una prefazione alla nuova edizione. C’è una postfazione che prosegue la ricerca. Il titolo è appunto: “Chi scrive la mia autobiografia”. La domanda non è peregrina, forse: il mio corpo sta cambiando con l’aggiunta ormai inevitabile del telefono e delle altre protesi digitali, che ampliano la mia dimensione collettiva e generano un mio corpo arricchito che scrive di me anche quando non ne sono consapevole. L’indagine deve proseguire. Ma il punto è che la ricerca dell’equilibrio parte da questa consapevolezza della pluralità delle dimensioni della mia esistenza, del mio corpo, della mia mente.

Una dieta mediatica più consapevole è urgente.

Vedi anche:
Who is writing my autobiography – con una presentazione originale preparata per una conferenza a Parigi organizzata intorno alla pubblicazione in Francia di “Mobilisation Totale” di Maurizio Ferraris.

  • 22/05/2017 Appunti sul libro di Giuliano da Empoli: La rabbia e l’algoritmo Giuliano da Empoli scrive La rabbia e l’algoritmo. Il grillismo preso sul serio (Marsilio 2017). E apre un dibattito che porta lontano. Questo post non è una recensione. È una lettura del libro mo...
  • 19/10/2017 Intelligenze più o meno artificiali Una delle scoperte che molti osservatori neofiti - come la maggior parte di noi - dell'intelligenza artificiale hanno fatto in questi ultimi tempi è che una gran parte delle cose che i computer san...
  • 20/07/2017 Democrazia intelligente – Netz, una lettura – Floridia La questione scandalosa è che il modo di decidere cinese sembra più efficace di quello europeo, per non parlare della politica americana, ultimamente. Noi ci ammazziamo di polemiche, sommersi d...
  • 18/07/2015 Verification handbook    Il crap detector suggerito da Hemingway per restare vigili, critici e costruttivi di fronte alle idee e le notizie è una risorsa di crescente importanza. Il Verification Handbook dello...
  • 01/05/2017 Design come ricerca di senso Un compendio di storia del design all'italiana e una bella, sintetica interpretazione del ruolo che il design sta assumendo in prospettiva. Il libro di Alberto Bassi, Design contemporaneo. Istruzio...
  • 10/05/2016 Ippolita. «L’ideologia inscritta nell’ergonomia del servizio» Il nuovo libro di Ippolita, Anime Elettriche, è una bella lettura. Per i cultori di "digital humanities" è una sfida a proseguire nella ricerca di una dimensione ulteriore, successiva ovviamente al...
Add Comment Register



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *