Perché le città potrebbero liberarsi dalle automobili

La città è un acceleratore dell’innovazione, da sempre, ma se cresce male può frenare ogni cambiamento. Un tema centrale, senza troppe sorprese alla fine, è il sistema dei collegamenti.

Abbiamo vissuto cinquant’anni di riorganizzazione delle città intorno alle auto. In Italia è stato particolarmente insensato. Ma in molte città del mondo ci si è accorti che è tempo di rifare le città per i pedoni e le bici. Ecco una presentazione di Alexander Ståhle per raccogliere gli argomenti contro l’automobile in città. Una citazione (slide 15) vale la pena di essere notata: «una città sviluppata non è una città nella quale i poveri vanno in automobile, ma una città nella quale i ricchi si muovono usando i mezzi pubblici». (La presentazione è ottima. Peraltro c’è anche una foto che si fa notare per un aspetto paradossale…).

[slideshare id=35104757&doc=theendofthecarcitysthle-140525171850-phpapp01]

(Non è paradossale la foto – la slide numero 20 – con la scala mobile per andare alla palestra a fare “steps”? Ne parlava Vivek giusto una settimana fa, circa).

Nel frattempo tra auto che si guidano da sole, applicazioni che riorganizzano i passaggi a pagamento facendo infuriare i taxisti, carsharing e tutte le nuove idee per il trasporto pubblico la struttura delle prossimità in città sta per cambiare radicalmente. È un bene.

Articoli Correlati

  • 06/03/2013 Stonex disegna tecnologia in Italia Provando uno smartphone Stonex STX-S. Perché è un telefonino italiano, almeno nel design e per quanto riguarda l'impresa che lo produce. Nel processo produttivo, ovviamente, questa tecnologia passa...
  • 24/08/2011 Privacy Facebook, nota di servizio Ormai lo sanno tutti: Facebook ha cambiato ancora gli strumenti di gestione della privacy. Ma vale la pena di segnalare questa piccola summa delle modifiche, perché notarle tutte, anche solo le più...
  • 08/02/2011 Smw: ecommerce Alla Social media week, un pubblico numeroso e interventi interessanti. Ecco qualche spigolatura.Consuelo Arezzi, Mindshare: "La pubblicità online è farsi conoscere e invitare all'azione. L'una e l...
  • 13/03/2014 Stati generali dell’ecosistema startup italiano Oggi, agli Stati generali dell'ecosistema startup, organizzato da ItaliaStartup, è emersa l'immagine della prossima fase di sviluppo della innovazione nel territorio italiano. Impossibile un ria...
  • 20/10/2012 L’ideologia della tecnologia che abbatte i costi di tutto. Il caso della benzina presa dall’aria e dall’acqua L'Independent ha dato la notizia di una nuova tecnica - inventata da un'azienda britannica che si chiama Air Fuel Synthesis - per generare un combustibile che potrebbe essere usato nelle auto attua...
  • 21/02/2012 L’impresa per tipi giusti Parliamo un sacco di start-up di questi tempi. E subito ci mettiamo a discutere di come si potrebbero agevolare o almeno liberare dalle limitazioni imposte da burocrazia e fisco. Ma forse vale la p...

2 Commenti su “Perché le città potrebbero liberarsi dalle automobili

  1. Sapete che soltanto il 54% dei viaggiatori europei allaccia le cinture quando siede sui sedili posteriori dell’auto, nonostante il codice della strada lo imponga? L’ho scoperto sull’ultimo numero di Focus!

Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>