Scienza a Trieste

Tutto vagamente precario nell’informazione sulla scienza, si direbbe sentendo gli interventi al convegno Mappe di Trieste. Una precarietà di sistema, epistemologica, economica, mediatica, editoriale e professionale. E nello stesso tempo una grande diffusa passione per un tema e un insieme di mestieri che evidentemente è una cifra di questa nostra epoca. La domanda di informazione scientifica è potenzialmente molto grande: l’offerta può articolarsi e allargarsi di più, diventando nel tempo più solida. La sofferenza attuale è un’esperienza (della quale faremmo a meno) ma non è una condanna.

Articoli Correlati

  • 15/02/2009 Mezzi di confusione di massa / update Giuseppe Granieri ha ragione a chiedere prudenza nel giudicare gli effetti della grande quantità di informazione di cui disponiamo e la molteplicità dei media con i quali ci confrontiamo quotidiana...
  • 09/06/2015 Le statistiche visuali possono essere impressionanti Questa raccolta di dati sulla seconda guerra mondiale è impressionante. Ho la vaga sensazione che a molti non venga immediata la la voglia di guardare qualcosa sulla seconda guerra mondiale. Ma que...
  • 05/03/2011 Facebook e l’informazione Effettivamente, parlando di informazione e social network, si pensa di più a Twitter che a Facebook. Ma Vadim Lavrusik invita a riflettere da questo punto di vista. Perché Facebook consente iniziat...
  • 12/01/2015 L’attacco via internet alla fabbrica in Germania. E la responsabilità di dare le notizie Un attacco violento via internet contro una fabbrica siderurgica in Germania ha provocato danni fisici all'impianto (Secutiry Affairs). Il pericolo è sempre stato parte dell'attività umana ma quell...
  • 30/09/2009 Raccolta frasi intelligenti, please Immaginate la scena. Domani, a parlare del futuro del giornalismo, in un convegno organizzato dall'Ordine, mi froverò insieme a colleghi preoccupati e speranzosi, attirati anche dalla presenza di a...
  • 05/12/2014 I corsi di Ventuno sono “beni esperienza” I corsi si distinguono in base alla qualità dei docenti. E i docenti della neonata scuola di Ventuno (numero dedicato al nostro secolo) sono di grande qualità. Sembrano dedicati a giornalisti. Ma...

1 Commento su “Scienza a Trieste

  1. Occorre un ripensamento serio sui paradigmi epistemologici…la divulgazione scientifica in Italia è ancora ferma alla scienza classica…
    l’introduzione di un metodo che tenga conto di complessità e quindi interdisciplinarietà urge più che mai…
    Altrimenti, continueremo a percepire la scienza come un “altro da noi”… e in un paese come il nostro, non sarebbe davvero un peccato veniale..

Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>