La tastiera di Babele

Ci sono un sacco di lingue con un alfabeto riccamente diverso dal quello occidentale. Anzi per la verità questo riguarda la maggioranza della popolazione mondiale. Ma le tastiere che ne tengono conto non sono sempre facili da trovare.

Per una parte di queste persone, Google ha introdotto una tastiera virtuale che si usa cliccando sull’icona che appare vicino alla finestra di ricerca. Essendo Api, questa novità si può diffondere anche ad altri siti web e servizi online. Ma ora è direttamente presente sul motore di ricerca in 35 lingue.

C’è l’arabo (buona giornata – have a good day):
يوم جيد للجميع

Il russo (buona giornata – have a good day):
Добрый день всем

L’hindi (buona giornata – have a good day):
सभी के लिए शुभ दिन

Tra le lingue interessate dalla novità, non a caso, attualmente non c’è il cinese…

Articoli Correlati

  • 10/12/2011 Quanto ci serve il design dei servizi Un ottimo pezzo di Rohan Gunatillake sul Guardian per spiegare il concetto e la rilevanza del design dei servizi. Una metodologia per la progettazione delle esperienze. Della quale c'è bisogno anch...
  • 02/10/2011 Abitare cooperativo a Milano Il progetto Zoia vuole creare a Milano nuove abitazioni e botteghe, a prezzi sensati, attirando intelligenze che vogliano usare i servizi dell'incubatore di imprese cooperative. E raccontando tutto...
  • 23/04/2015 Libertà e sicurezza: dibattuti come opposti, ricostruiti come simbiotici La presentazione del problema, in questi tempi, è semplice: se la società vuole più sicurezza - contro il terrorismo o contro il crimine che usa la rete per svilupparsi - occorre che rinunci a ...
  • 27/04/2010 Grattacapi intranet Ogni grande azienda ha una intranet. Sarebbe bello sapere se c'è una grande azienda contenta della sua intranet. In mancanza di una risposta scientifica si possono porre alcune domande artigianali:...
  • 27/06/2011 La superiorità dell’aperto Questo è un insieme di appunti nato da una discussione letta online su web, apps ed editoria.Massimo ha ragione. In generale vincono i sistemi che sviluppano un effetto-rete e in generale i sistemi...
  • 10/04/2015 Link sullo storytelling a base di dati Ecco alcuni link per vedere esempi e strumenti per lo storytelling e il giornalismo a base di dati, dedicati agli studenti del master Big Data di Pisa. Jeff Pettiross Data journalism Popul...

2 Commenti su “La tastiera di Babele

  1. Forse è un problema tecnico.
    Recentemente ho visto scrivere in cinese usando Word e digitando sulla tastiera alfabetica la trascrizione pinyin (cioè in caratteri latini) delle parole cinesi. Mi spiego:
    scrivo la parola “zhōngwén”, che vuol dire “lingua scritta” > do l’invio > a video compare la scritta 中文, che vuol sempre dire “lingua scritta”, ma in caratteri cinesi.
    La ragione di tutto ciò è che il cinese è una lingua grafematica e non alfabetica (quasi tutte le lingue più diffuse sono alfabetiche, arabo incluso). Al contrario, in cinese non esiste l’alfabeto: l’unità fonetica è la sillaba, espressa normalmente da un carattere, portatore di significato.
    Spero di avere centrato il punto e di essermi spiegata – e di aver capito le lezioni di cinese prese finora :o)

Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>