Che cosa gli ha preso a Marc Andreessen?Attenzione media, media, News, perplessità
Marc Andreessen è stato un eroe del web. Il suo Mosaic, scritto all’università, è stato il primo browser popolare, era usato da tutti nella prima metà degli anni Novanta, prima che lui stesso fondasse Netscape e facesse la sua nuova versione di browser che lo avrebbe portato in borsa e alla celebrità. Sulla scorta di […]
“Tanti auguri a te”: la liberazionemedia, News
L’editore di musica Warner/Chappell aveva per tanto tempo fatto pagare le royalty a chi cantava in pubblico “happy birthday”. Ora deve restituire 14 milioni. Quel copyright non vale (anche se la vicenda legale non è del tutto terminata). La canzone è di pubblico dominio (ArsTechnica). Per una volta, in questa materia, la ragionevolezza prevale.
To be, or how to be: that is the question – digital humanities, identità, media
To be, or how to be: that is the question – digital humanities, identità, mediaEconomia Felicità, innovazione, media, Post
Oggi all’Open, Milano, si parla di Visioni digitali, il libro di Simone Arcagni che ripercorre in modo colto e problematico la letteratura e la casistica del fenomeno digitale che attraverso una riorganizzazione mediatica radicale, ridefinisce l’ambiente nel quale vive l’umanità e i suoi problemi identitari. Il problema non è più quello di capire come cambiano […]
Le categorie nascoste di Netflixmedia, News
A quanto pare, si può navigare meglio tra i contenuti di Netflix. Usando solo le categorie principali di Netflix si fatica a trovare quello che si cerca, man mano che cresce l’offerta. E allora si può andare sul sito e cercare le categorie nascoste. La url per cercarle è questa: http://www.netflix.com/browse/genre/INSERTNUMBER – Il numero da inserire per […]
«Schiavi del digitale». Maurizio Ferraris racconta com’è andata veramentemedia, News, persone, visioni
Avevo seguito via Twitter un convegno sulla privacy all’epoca di internet. Un tweet che riguardava il filosofo Maurizio Ferraris mi aveva molto interessato e lo avevo retwittato, per poi citarlo en passant anche oggi su Nòva. Trovo meraviglioso il messaggio che Maurizio Ferraris mi ha inviato per raccontare com’è andata veramente. Gli ho chiesto se […]
Digital Humanities, Bocconi e Bruxelles
Digital Humanities, Bocconi e BruxellesAttenzione media, libri, media, Post, ricerche
Una disciplina emergente. Le Digital Humanities sono partite come una sorta di applicazione delle tecnologie digitali alla ricerca degli umanisti, con attività di digitalizzazione degli archivi e altro. Ma oggi sono evolute, in parallelo con la pervasività dell’infosfera e l’evoluzione delle problematiche sulla concezione dell’umano. Insomma, non si tratta di più di digitalizzazione dell’abituale ma di esplorazione dello […]
Native Advertising: that’s it
Native Advertising: that’s itAttenzione media, media, News
That’s it. Questo pezzo di John Oliver, di qualche anno fa, resta una pietra miliare nel commento sul “native advertising”. Con Auletta che dice: «È un modo per camuffare la pubblicità nel contenuto editoriale, that’s it». E Oliver che commenta: «Questo significa che è tutto qui, dal punto di vista della spiegazione? Oppure che è […]