Home » innovazione

innovazione

innovazione perplessità

Microsoft: antitrust e tecnologie

La fine della questione Microsoft all’Antitrust europea è un fatto positivo. Le multe enormi che l’azienda guidata da Steve Ballmer era condannata a pagare hanno ottenuto il successo che un duro confronto culturale tra impostazioni diverse dell’idea di concorrenza non erano riuscite a realizzare. Ora cominciano le valutazioni. Tra chi sminuisce il risultato e chi lo approva le distanze sono le stesse di quelle che si leggevano durante il procedimento: il “lasciar fare” ha ragione più o meno dell'”intervento contro i monopoli”? La storia del browser della Microsoft è...

innovazione

35 miliardi alla ricerca, in Francia

Il presidente Sarkozy dice che l’anno prossimo la Francia investirà 35 miliardi di euro nella ricerca, nel sostegno all’università, nella banda larga. Un articolo sul Wsj cartaceo riporta i numeri. Si legge tra l’altro: 11 miliardi all’educazione superiore, 8 miliardi ai laboratori di ricerca, 2,5 miliardi a progetti nelle biotecnologie e nella cura della salute, 6,5 miliardi per tecnologie di risparmio energetico (auto, navi, aerei più puliti), 2 miliardi nella banda larga in fibra, 2,5 miliardi per la digitalizzazione di libri, film e altri beni culturali. In Francia non pensano che queste...

innovazione

Gates’ Law

The current leader will always try to control growth, and thus slit its own throatE’ la legge di Gates, secondo Dave Winer.
Da notare che Bill Gates ha sempre detto: “E’ molto difficile che il leader di una fase storica dell’informatica resti leader anche nella fase successiva”. Dave Winer può avere trovato una spiegazione: il leader non vuole perdere la sua posizione di leadership e sa che l’innovazione la metterà in discussione; dunque, reagisce tentando di frenare l’innovazione stessa; ma così facendo si taglia la gola da solo.

innovazione

Jack Dorsey ha ragione?

Come si fa a capire se una nuova tecnologia avrà successo? Molti modi. Uno divertente è pensare un’applicazione imprevista di quella tecnologia, o non ancora descritta da chi la propone.  Supponiamo di aver capito come funziona questa nuova idea di Jack Dorsey (uno di quelli che hanno fatto Twitter) chiamata Square. E supponiamo di metterla insieme a una carta di credito prepagata con iban incorporato (tipo la SuperFlash della Banca Intesa o l’analoga delle Poste). Square è un pezzo di plastica che si infila nella presa per le cuffie dell’iPhone e sa leggere le carte di credito. In...

innovazione

Librazioni e bibliodiversità

Librazioni è una libreria online che promette di essere “social” e particolarmente dedicata alle iniziative delle piccole case editrici. Comincia con una parola che di sicuro aumenta la logodiversità.

innovazione

Google Dns e velocità sospette

Chi cerchi di capire che cosa significa Google Public Dns si imbatte in una quantità enorme di notizie e commenti. I commenti sono divisi tra gli ottimisti e i sospettosi. Il fatto è che Google offre anche una soluzione per la gestione dei Dns che connettono i numeri ip ai nomi dei domini dei siti che si usano normalmente. Gli indirizzi dei siti sono parole, ma internet capisce numeri, ovviamente. E i Dns traducono. Nel farlo ci mettono un po’ di tempo. Google promette di rendere i collegamenti più veloci. Gli ottimisti ritengono che questo farà bene alla rete. Anche perché farà concorrenza a...

informazione innovazione media perplessità

Readings #7 – Molliche di blogosfera

Cercando aggiornamenti al mitico pezzo di Bill Joy sull’emergere possibile di una nuova specie post-umana, si può scoprire che alla Darpa (l’agenzia di ricerche avanzate del dipartimento alla difesa americano, superinteressante) stanno cercando il modo di potenziale i soldati “cellula per cellula” (come dire con biotecnologie, neuroscienze, ecc ecc): World Politics Review. Invece pare che il progetto “telepatia” sia stato abbandonato. Si moltiplicano i pezzi che riguardano le sperimentazioni degli editori di fronte alla crisi. Sta nascendo una nuova società che farà da...

innovazione

Avvicinati

Le relazioni tradizionali del vicinato, distrutte dalla fatica di vivere nella città, erano una risorsa economica e sociale fondamentale. Le persone si prestavano gli attrezzi e le tazze di zucchero, perché si conoscevano, si fidavano e vivevano un’economia meno monetarizzata. Il progetto Avvicinati, presentato da Barbara Giachi, vorrebbe alimentarle di nuovo. Sulla base di un’associazione da lanciare a partire da un quartiere di Firenze destinata a sostenere le attività di scambio e prestito di oggetti d’uso comune. Come, naturalmente, le carrozzine e le attrezzature per i neonati che si...

innovazione

Apple, controllo e pregiudizio

Alcuni prestigiosi sviluppatori che lavoravano per la piattaforma iPhone-AppStore stanno abbandonando, perché non sopportano più le procedure di controllo del software messe in atto dalla Apple. Già qualche giorno fa aveva abbandonato Joe Hewitt, l’autore della app di Facebook. Ma i casi si moltiplicano, come segnala ArsTechnica. Un ecosistema troppo centralizzato non funziona. Non solo perché è inefficiente e rallenta il processo in un settore che ha enorme bisogno di velocità di azione e di feedback, tanto che per migliorare la performance la Apple ha introdotto alcuni livelli di giudizio...

innovazione

800 milioni ritrovati

Dice il ministro Brunetta che gli 800 milioni per la banda larga saranno almeno in parte sbloccati entro dicembre. Anche perché la banda larga è necessaria per il miglioramento dei servizi della pubblica amministrazione e per la firma digitale.

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video