Letture “civiche” da non perdere

Tra una newsletter e l’altra leggo tante cose che voglio ricordare. Forse può far piacere ai lettori che le condivida.

Libertà di associazione su internet
C’è una relazione tra i protocolli che costituiscono l’essenza di internet e la libertà di associazione o espressione politica?

Abstract: “This documents aims to document the relation between Internet protocols and the right to freedom of assembly and association. The Internet increasingly mediates our lives and thus the ability to excercise human rights. Since Internet protocols play a central role in the management, development and use of the Internet the relation between the two should be documented and adverse impacts on this human right should be mitigated. On the other hand there have also been methods of protest, a form of freedom of assembly, on the Internet that have been harmful to Internet connectivity and the Internet infrastructure, such as DDoS attacks. This document aims to document forms of protest, association and assembly that do not have a negative impact on the Internet infrastructure”. Human Rights Protocol Considerations Research Group

Come ci cambiano le immagini?
Per qualcuno si chiama priming. In generale è un’esperienza comune ma non tanto compresa. Le immagini che vediamo ci cambiano. Ma come? Esiste un’etica dell’immagine? Se volessimo fare un metodo per l’informazione di qualità, dovremmo saper rispondere a questa domanda.

Antonio Casilli e il lavoro online

Secondo Antonio Casilli quello che facciamo sulle piattaforme digitali, anche per divertimento, è lavoro. Le conseguenze di questa idea, da lui molto approfondita, sono riassunte in un’intervista su Le Monde. Intanto nasce ENDL, the European Network on Digital Labour

Jean-Claude Guédon: open access
Una visione rinfrescante sulla consapevolezza della qualità culturale fondamentale dell’internet che, nella confusione recente, rischia di perdersi. Full text: Open Access: Toward the Internet of the Mind / Jean-Claude Guédon

Margaret Sullivan: Pro-Trump media sets the agenda with lies. Here’s how traditional media can take it back

Jason Heller and Kelsey Robinson: Meet your new MOM (Marketing Operating Model)

TOM GLAISYER: Announcing a New Fund to Fight Misinformation The deadline is April 3rd at 5pm ET

Categorie:

Articoli Correlati

  • 23/11/2016 Lena Groeger: design della discriminazione Lena Groeger si domanda se i valori dei designer si riflettano sulle loro opere (ProPublica). La sua survey è tutta da leggere. Va da Snapchat alla struttura degli ospedali o delle scuole. E conclu...
  • 06/03/2017 Buone letture Why facts don't change our minds, Elizabeth Kolbert The Mark Zuckerberg Manifesto Is a Blueprint for Destroying Journalism, Adrienne Lafrance Lessons from fighting Swiss right-wing populism, Erha...
  • 23/12/2016 Piattaforme per il factchecking e l’analisi dei fake Polygree conta sulla comunità per valutare la qualità dell'informazione. Questa è la spiega: I vaccini fanno male? C’è veramente mercurio nei tonni? Le energie rinnovabili potranno un giorno s...
  • 23/11/2016 Articoli da rileggere sulla crisi della verità nel sistema dell’informazione Three days after removing human editors, Facebook is already trending fake news, 29 agosto 2016, Washington Post. Guardian CEO David Pemsel tells us how much damage Google and Facebook are doing t...
  • 22/02/2016 Bocconi 2016. Media Ecology ------------------------ About the course ------------------------ We live in an infosphere with the help of a smartphone that we keep always on. It is not anymore only about a change in the m...
  • 23/01/2017 Power law. E altre leggi scientifiche che dovremmo conoscere meglio secondo Edge Quest'anno la mia risposta alla domanda di Edge è stata dedicata alla power law, una regolarità statistica che emerge nei sistemi complessi a rete e che mostra una sorta di tendenza alla polarizzaz...
Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>