Una gabbia dorata

Se un servizio online è tanto facile da usare, gratuito, utile, che tutti se ne servono sempre di più, significa che ha intercettato un bisogno e lo ha soddisfatto. Però, una volta che tutti adottino quel servizio, una sorta di condizione convenzionale nuova emerge. E ci si trova ad adattarsi a una nuova nicchia eco-culturale nella quale si sviluppano ulteriori innovazioni che rafforzano la necessità di utilizzare quel servizio online. Allontanarsene diventa sempre più difficile. E pensare senza quel servizio diventa sempre più raro. Si finisce con lo scegliere liberamente di chiudersi in uno spazio limitato dal quale è difficile uscire. Una gabbia dorata è fatta più o meno così.

Vedi:
Byung-Chul Han, Psicopolitica, Nottetempo (bibliografia).

Categorie:

Articoli Correlati

Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>