Una gabbia dorata

Se un servizio online è tanto facile da usare, gratuito, utile, che tutti se ne servono sempre di più, significa che ha intercettato un bisogno e lo ha soddisfatto. Però, una volta che tutti adottino quel servizio, una sorta di condizione convenzionale nuova emerge. E ci si trova ad adattarsi a una nuova nicchia eco-culturale nella quale si sviluppano ulteriori innovazioni che rafforzano la necessità di utilizzare quel servizio online. Allontanarsene diventa sempre più difficile. E pensare senza quel servizio diventa sempre più raro. Si finisce con lo scegliere liberamente di chiudersi in uno spazio limitato dal quale è difficile uscire. Una gabbia dorata è fatta più o meno così.

Vedi:
Byung-Chul Han, Psicopolitica, Nottetempo (bibliografia).

Categorie:

Articoli Correlati

  • 23/12/2016 Piattaforme per il factchecking e l’analisi dei fake Polygree conta sulla comunità per valutare la qualità dell'informazione. Questa è la spiega: I vaccini fanno male? C’è veramente mercurio nei tonni? Le energie rinnovabili potranno un giorno s...
  • 23/11/2016 Niels Henrik David Bohr, Werner Karl Heisenberg: la scienza è politica e morale Sull'amicizia interrotta tra i due fisici, Nobel, Niels Henrik David Bohr e Werner Karl Heisenberg, si è scritto molto. Dal 2002 sembra di poter dire che Bohr interruppe le sue relazioni con Heisen...
  • 23/01/2017 Power law. E altre leggi scientifiche che dovremmo conoscere meglio secondo Edge Quest'anno la mia risposta alla domanda di Edge è stata dedicata alla power law, una regolarità statistica che emerge nei sistemi complessi a rete e che mostra una sorta di tendenza alla polarizzaz...
  • 05/02/2017 Che cosa possiamo fare Ecco alcuni articoli recenti che riguardano la questione pratica di che cosa si possa fare di fronte alla montante confusione imperante nell'ecologia dei media che rende difficile sapere come stann...
  • 23/01/2017 Il lavoro della conoscenza Mentre si gli elettori italiani riflettono sui quesiti referendari per emendare, eventualmente, le recenti riforme del mercato del lavoro, il significato stesso di “lavoro” cambia. E la società si ...
  • 04/06/2015 Intro prima newsletter Questa è la nuova newsletter di… tutti gli aggiornamenti e le news in questo primo numero.
Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>