I professionisti dell’anti-procione

Carini e invadenti, i procioni sono catturati a New York da addetti specializzati e dovrebbero essere uccisi, ma in modo umano. Questi addetti però, a quanto pare, non li uccidono. E i procioni si moltiplicano. Una storia da leggere sul New York Times. Alle volte succede che i professionisti specializzati nella lotta a una cosa, in realtà, preferiscono che quella cosa sopravviva per non perdere il lavoro. Leonardo Sciascia parlava dei professionisti dell’anti-mafia…

Articoli Correlati

  • 12/02/2016 L’astronomia con le orecchie Era una scienza di occhi e telescopi, ma per scoprire le onde gravitazionali l'astronomia ha dovuto farsi crescere le orecchie. Questa e altre battute sono riportate nella cronaca del New York Time...
  • 26/02/2016 Le statistiche dell’Italia digitale sono un richiamo all’umiltà Ancora una volta le statistiche sulla posizione dell'Italia nell'Europa digitale dicono che siamo indietro, che stiamo perdendo tempo, che abbiamo molto da recuperare: insomma che non cogliamo ...
  • 07/08/2015 I russi leggono la mail del Pentagono Un attacco al sistema mail del Pentagono da parte, si sospetta, di intrusi russi. Niente di classificato è stato compromesso. Ma ancora una volta si capisce che la protezione delle comunicazioni on...
  • 18/05/2016 Onorevole lui – Stefano Quintarelli: Costruire il domani Il libro di Stefano Quintarelli è imprescindibile: Costruire il domani. Istruzioni per un futuro immateriale. È la testimonianza di una persona che riflette su ciò che fa: perché a "costruire il do...
  • 06/05/2016 Fonde la fusione mobile A quanto pare la Commissione europea ha bloccato la fusione di due operatori mobili in UK e quindi si muoverà nello stesso modo per la progettata fusione di Wind e 3 in Italia (TotalTelecom). Ma a ...
  • 07/07/2016 Dati e critica dell’infosfera italiana Un gruppo di ricerca dell'università Suor Orsola Benincasa ha raccolto una quantità di dati sull'infosfera italiana e sul modo degli italiani di informarsi. E li ha classificati secondo uno sch...
Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>