Link. Letture per domani. Polemiche oscurantiste, fair use, copyright, privacy.

Il dibattito sulle leggi speciali per il controllo del web che è nato da qualche interpretazione restrittiva di un discorso della presidente della Camera, in Italia, porta sempre alla luce i preconcetti. Quindi, ogni occasione è buona per far valere il diritto e l’intelligenza, contro l’oscurantismo. Certo è che, questa stagione seguita alle sliding doors dei primi giorni dopo le elezioni, sembra perfettamente orientata alle polemiche di principio e di bandiera, con una netta prevalenza per quelle di destra, che non hanno peli sulla lingua. Il Nichilista ha fatto un riassunto ragionato dei temi.

I regimi autoritari funzionano meglio quando c’è poca certezza del diritto. I liberali vogliono regole certe e forti pensando che rispettate quelle regole, il resto si può fare. Gli autoritari mettono paura alla gente facendo capire poco e male quello che è permesso e quello che è vietato. Lo si vede per esempio nel copyright. Il fair use del copyright è il diritto di pubblicare qualcosa che sia soggetto al diritto d’autore in nome di un diritto superiore – tipo il diritto di usare i materiali culturali necessari nell’educazione, nell’informazione pubblica, nel dibattito critico, ecc, nella giusta misura – che è precisato in una quarantina di paesi del mondo, prevalentemente ma non esclusivamente di tradizione giuridica anglosassone. Uno studio molto utile è segnalato da Carlo Blengino e si trova in pdf: The Fair Use. L’Italia non è tra i paesi che hanno chiarito nettamente il diritto al fair use. Simone Aliprandi ha scritto un pezzo un pezzo da leggere sul copyright, qualunque idea se ne abbia.

La privacy è un altro tema di riflessione. A quanto pare, in questo settore, il vero difensore della libertà e del diritto di proteggere i dati personali è soprattutto la consapevolezza della persona. Ma le forme di comportamento irrazionale in questo contesto sono molto diffuse. Lo studia Alessandro Acquisti a Carnegie Mellon University. Il pezzo che riassume la sua attività di ricerca è uscito sul New York Times qualche settimana fa, ma vale la pena di recuperarlo. (NyTimes)

Articoli Correlati

  • 14/04/2014 Consigli per Socialbombing Di certo, l'idea del Socialbombing fa discutere. Si lancia una campagna e si usa la piattaforma per bombardare una persona di messaggi con il suo nome di Twitter. La persona, tipicamente una person...
  • 03/05/2013 Sliding doors. In che palazzo è entrata l’Italia? Il governatore del Veneto riprende il tema dell'integrazione, collegandolo a un crimine commesso da una persona immigrata. E tira fuori una strana richiesta al ministro dell'integrazione Kyenge. ...
  • 16/06/2014 Internet Bill of Rights per proteggere internet La discussione alla Camera dei Deputati sull'Internet Bill of Rights offre uno spazio di discussione che finalmente riesce a far apparire questo percorso come una tendenza concreta. Si può partecip...
  • 14/03/2015 Diritto d’accesso e servizio universale. Temi linkati Quanto al piano ultrabanda sembra si sia discusso di servizio universale a 30 mega. Poi non si è stabilito nulla, almeno per ora. Nel frattempo esiste un dibattito sul diritto all'accesso, inteso c...
  • 09/04/2014 Agenda digitale a Montecitorio Con grande orgoglio per i ragazzi di Ahref che danno una mano a un'importante iniziativa della Camera dei Deputati, segnalo: #FACCIAMOLAGENDA VENERDI' PRIMO BARCAMP @MONTECITORIO SUGLI INDI...
  • 29/10/2011 Pirati e blogger a Bolzano A Bolzano l'acqua del rubinetto è buona come sono belle le montagne circostanti e la domenica mattina, quando le edicole sono chiuse, il giornale si compra lasciando i soldi in un ciotola accanto a...

1 Commento su “Link. Letture per domani. Polemiche oscurantiste, fair use, copyright, privacy.

Add Comment Register



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>