Herdict, per sapere chi censura cosa dove online

Herdict.orgDal Berkman Center arriva Herdict, un’iniziativa del professor Jonathan Zittrain per condividere le esperienze sull’accessibilità dei vari servizi online in ogni parte del mondo.

L’analisi della censura può essere in qualche modo effettuata centralmente dalle università, ma uno scambio delle notizie generate dagli utenti che incontrano difficoltà di accesso ai servizi web può risultare più facile e vantaggioso.

Se un utente incontra difficoltà ad accedere a un servizio può guardare Herdict e scoprire se altri utenti hanno la stessa esperienza, magari trovando anche qualche spiegazione.

  • 06/09/2010 Ahref al servizio delle persone La testimonianza di Concita De Gregorio su Wikipedia va presa come un segnale: la cultura della rete non è facile da comprendere neppure per le persone più aperte e costruttive. E le reazioni racco...
  • 08/10/2009 Reazioni: a che serve Twitter Riccardo Staglianò si chiede a che cosa mai serva Twitter. Prima di rispondere ho pensato di chiedere un po' in giro. Ecco i suggerimenti che sono arrivati finora. Plumfake @lucadebiase comunicare ...
  • 18/08/2012 Dave Winer, Branch, Medium e le trappole per contenuti Che cosa facciamo con le informazioni che mettiamo su Facebook, Twitter e così via? Regaliamo valore a piattaforme che lo ingabbiano ai loro fini? Partecipiamo da protagonisti a un gioco di intelli...
  • 18/01/2015 La governance multistakeholder di internet. Dodici casi di studio Dal Berkman Center di Harvard e la Annenberg School, una ricerca su dodici casi di studio di governance multistakeholder (paper). Una ricerca che serve per mostrare come può evolvere la governance ...
  • 12/03/2011 Twitter frena gli sviluppatori Twitter ha avvertito gli sviluppatori che non lascerà più la stessa libertà agli sviluppatori che fanno interfacce per usare la piattaforma. Il motivo è rendere la vita più facile agli utenti. Ma l...
  • 30/11/2012 Notizie imprecise, incomplete, sbagliate. FactChecking.it comincia a prendere forma Notizie imprecise, incomplete, sbagliate. Circolano sui media e solo i più esperti le riconoscono. Altre sono curiose o dubbie e non si sa se sono anche davvero documentate. Altre sono false e gli ...
Add Comment Register



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *