May 2013
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
« Apr   Jun »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Day May 12, 2013

iPD dalla Sardegna

La società civile vive il territorio e la coscienza delle persone evolve, indipendentemente dalle attività dei partiti. Anche se c’è ovviamente una relazione e sapendo che la relazione non è lineare.

A Sedilo, in Sardegna, una discussione partecipatissima, sulla relazione tra politica e società ai tempi di internet in un paese democratico e nel contesto della crisi di coscenza del PD. La proposta di Stefano Boeri: che dice facciamo decisioni nei circoli non discussioni su decisioni già prese a Roma. La questione delle primarie aperte è all’attenzione di tanti interventi. La sollecitazione a Renato Soru perché si ripresenti.

E Soru disegna una visione, parlando di come il mondo è cambiato. Di come in Sardegna il 50% dei giovani non lavori. Di come il nuovo lavoro non si cerca ma si crea. Il PD deve rappresentare tutti, chi lavora, chi cerca e chi crea il lavoro. Per questo occorre un pensiero nuovo. E la Sardegna può sviluppare un pensiero nuovo, farlo in modo che nasca dalla sua specificità e che influenzi il pensiero del resto del paese. Affermare il ruolo dei sardi, integrata in Italia, integrata in Europa, non fatta solo di tradizioni ma fatta per tracciare una visione del futuro. Nel 1994 c’era la televisione e i soldi per generare il successo di Forza Italia. Oggi internet è servita a generare il successo dell’M5S. Il PD non può continuare a perdere di vista l’emergere di nuovi mezzi di comunicazione e alle opportunità politiche che offrono. In Sardegna si può fare ina piattaforma che serva meglio di quello che esiste, che sia più adatta al territorio e che possa servire per le altre regioni. Serve: 1. un modo di fare informazione insieme, con articoli mandati a Sardegna Democratica; 2. un modo per fare commenti non in modo anonimo, per garantire la qualità del dibattito; 3. un sistema per rilanciare su Facebook e Twitter le notizie e i commenti; 4. fare progetti di legge e programmi visionari in modo condiviso e wiki; 5. votazione delle proposte; 6. democrazia continua con dati aperti, certi, con numeri trasparenti e garantiti; 7. con trasmissione in streaming degli eventi; 8. con un comitato di garanti; 9. con un archivio di documenti cui tutti possono contribuire. Non si può più fare politica senza internet.

È candidato Soru? “Il candidato sarà scelto dalle primarie. Chi ha avuto l’onore che ho avuto resta a disposizione. Mi considero un candidato di riserva”.