Knowledge and happiness economy
Media and information ecology

News

Post

Luciano Floridi: precondizioni per un progetto di futuro (non tanto lontano) umanamente sensato
Questi appunti nascono da una domanda posta da Luciano Floridi, filosofo a Oxford, recentemente chiamato dal Garante per la protezione dei dati personali europeo nel comitato etico. Floridi era oggi pomeriggio all’università di Bologna, per una conferenza all’aula Hans Kelsen, Informatica Giuridica e Diritto dell’Informatica. Ma vediamo prima un antefatto. Come qualcuno ricorderà, una ricerca […]
COMMENTI 0
Ci possiamo capire qualcosa? Dirk Helbing: la crescita esponenziale di tutto aumenta la complessità
Nel corso della conferenza organizzata l’altro giorno dall’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles al Bozar, con Telmo Pievani, Dirk Helbing ha fatto notare che esiste una tendenza poco sottolineata nella relazione tra conoscenza e digitalizzazione. La crescita esponenziale della capacità di elaborazione e della sofisticatezza dei programmi di gestione dei dati è ovviamente importante, ma […]
COMMENTI 1
Resistenze
Ieri al Festival delle resistenze di Bolzano ci si chiedeva: che cos’è la resistenza oggi? che cosa significa oggi resistere e dunque quali sono le forme di resistenza contemporanea? Dopo il “resistere, resistere, resistere” di Francesco Saverio Borrelli rivolto al ventennio berlusconiano e che richiamava esplicitamente il precedente ventennio fascista è finita la seconda resistenza? […]
COMMENTI 1
Petrolio in mare
Il petrolio che è finito nel mare ligure non è il primo caso in cui il rischio ambientale dovuto all’estrazione e lavorazione degli idrocarburi diventa un disastro effettivo. La settimana scorsa gli italiani hanno deciso di lasciare le trivelle al loro posto fino a esaurimento dei giacimenti confidando nel sistema di gestione del rischio messo […]
COMMENTI 0
Dati, informazione, conoscenza. Discernimento. Saggezza
Spesso ricordata, l’intuizione di T.S. Eliot: Where is the wisdom we have lost in knowledge? Where is the knowledge we have lost in information? Commenta James Gleick: «Si può parlare di ansia anche come scarto tra informazione e conoscenza. Una raffica di dati spesso non ci dice quello che abbiamo bisogno di sapere. La conoscenza, […]
COMMENTI 0
Idee che rimbalzano da quindici anni. E che possono essere ormai mature: da internet delle cose a qualità dell’informazione
Un articolo scritto nell’ottobre del 2000, seguendo lo Smau. Si parlava di internet delle cose: Bticino, FastWeb, Merloni, Pirelli e altri avevano mostrato un’idea di casa trasformata dalla connessione di luci ed elettrodomestici che si azionavano dall’ufficio via Web… E intanto Umberto Eco spiegava la sua visione della cultura online, suggerendo un business: quello che […]
COMMENTI 2
Il giornalismo è il suo metodo. Postille all’ecosistema dell’informazione
Il giornale non è la sua carta. Gli editori non possono sopravvivere come nobili decaduti. Eppure, nel giornalismo ci può essere un elemento fondamentale della prossima grande innovazione della rete. Queste in sintesi le proposte in un post di qualche settimana fa, che ricuciva con idee degli ultimi dieci anni: In che ecosistema vive il […]
COMMENTI 0
Le banche americane pagano. Una riforma non è in vista
Goldman Sachs pagherà 5,1 miliardi di dollari per aver informato male i clienti sui prodotti rischiosi che vendeva loro prima della crisi del 2008. Sapeva che avrebbero perso il loro valore ma li ha venduti lo stesso. E ha contribuito a generare la più grave crisi finanziaria della storia, quella che stiamo pagando ancora oggi. […]
COMMENTI 0
Perché è sbagliata la campagna per l’astensione sulle trivelle
C’è un referendum. Gli elettori sono chiamati da dare un parere, con un “sì” o con un “no”. La risposta con più voti, vince. La democrazia ha funzionato. Andremo a votare per il referendum sulle riforme costituzionali in questo modo. Qualunque sia il numero di italiani che vanno a votare, il referendum sarà valido. Chi […]
COMMENTI 1
George Church spiega l’umano aumentato con l’editing genetico. Ci piaccia o no
George Church è uno degli scienziati che ha sviluppato tra l’altro il Crispr-Cas9, il sistema di editing genetico che imperversa da tre anni e affascina per la facilità con la quale consente di cambiare pezzi di DNA. La sua “lezione” su Edge è imperdibile. Quando un giornalista chiese a Graig Venter se inventare vita artificiale […]
COMMENTI 0