Home » perplessità

perplessità

perplessità

La nascita del Pdl e la Lega

Da quando c’è il Pdl, la Lega non è tranquilla. Bisogna leggerne sul Foglio per averne una spiegazione. Con un po’ di fantasia, sembra di poter tornare ai tempi in cui i socialisti – quelli degli anni Settanta – si muovevamo ambiguamente attorno alla corazzata Dc, mentre il Pci se ne stava stabilmente all’opposizione consociativa. Ma è evidente che oggi tutto è cambiato (perché nulla cambiasse).

perplessità

Lettura caotica del sistema bancario

Sul Corriere di carta, la Goldman Sachs che torna in utile, anche se la spiegazione è piuttosto misteriosa, e cerca soldi sul mercato (Wsj) per ripagare il prestito statale. Sul Corriere online la 23esima banca americana che fallisce. Intanto, la cinese Icbc diventa la più grande banca del mondo. E ProPublica segue le vicende di alcune banche che hanno già cominciato a restituire i soldi pubblici.

perplessità

Previsioni e cause

Dice Michele Boroni che gli albergatori della Versilia vogliono fare causa ai meteorologi che hanno previsto tempo brutto facendo rinunciare alla vacanza il 10% dei turisti. Generalizzando il concetto:1. gli albergatori dovrebbero predetendere dai loro avvocati una previsione sull’esito della causa e far loro causa se quella previsione si rivelasse sbagliata2. i turisti dovrebbero fare causa ai meteorologi quando questi prevedono tempo bello e invece si beccano pioggia in versilia (gli albergatori dovrebbero peraltro unirsi alla causa perché tutto sommato anche a loro la pioggia dà fastidio)...

perplessità

Avvertenza

L’altro giorno, L’Arena ha pubblicato un intervento del vescovo Giuseppe Zenti. Il vescovo sente il bisogno di spiegare che il terremoto ha cause scientifiche. E non è voluto da Dio.

perplessità

Sostiene Ciwati

Sostiene Ciwati che Enrico Letta se ne va dal Pd. Comunque sia, credo che la riflessione da fare sia piuttosto profonda. Che cosa diventa il Pd? Che cosa farà questo ricostituendo Centro? E intanto che cosa succede alla Lega? La forza ridondante del Pdl sta mettendo tutti gli altri in una posizione di manovra. L’impressione è che la stabilità attuale sia più apparente che reale. Ma se tutti si aspettano che dopo le Europee cambino molte cose, per che cosa esattamente andremo a votare alle Europee?

perplessità

Che cosa ricorda questo stile didascalico?

Lo stile delle schede che accompagnano le fotografie del premier in Abruzzo pubblicate dalla Stampa:
“Maniche tirate su da uomo del fare, il premier operaio mostra una cartina (…)”.
“Il presidente del Consiglio indossa un casco rosso dei vigili del fuoco, s’informa sulle crepe più gravi, quelle a forma di X, già dialoga tecnico tra i tecnici”.

perplessità

Economia scomparsa

La ricchezza scomparsa con la fine della bolla finanziaria è gigantesca. Nel suo libro, Massimo Gaggi riporta una stima delle perdite: tra settembre 2007 e novembre 2008 sono spariti 9mila miliardi di dollari, secondo le stime della Global Insight, una cifra quasi pari ai Pil di Francia, Italia, Germania e Gran Bretagna messi insieme! Il 63 per cento del Pil degli Stati Uniti… (Anche se è sempre sbagliato confrontare un patrimonio scomparso con il reddito generato in un anno…). Zampaglione sulla Repubblica di oggi dice che il Fondo Monetario Internazionale stima 4 miliardi in...

perplessità

I sindaci di Telecom

Oggi i sindaci di Telecom Italia devono spiegare perché Tavaroli fu incaricato di andare a occuparsi della sicurezza dell’operatore telefonico, chi lo incaricò di farlo, con quale mandato. I piccoli azionisti e la Consob vogliono sapere se la mossa che avrebbe portato alla costruzione di uno dei più clamorosi sistemi di spionaggio privato della storia d’Italia è stata preordinata e da quali centri di potere.

perplessità

Menti terremotate

Attoniti per il cinismo degli sciacalli che arrivano da tutta Italia.
E per le parole che girano sul territorio devastato, piene delle più pericolose buone intenzioni. Uhe, si fa una bella new town… Lasciate perdere il vecchio centro. Facciamo una città tutta nuova… Il sindaco dice di no. Il senso della nostra vita è qui dove siamo sempre stati.
C’è un tempo per piangere e un tempo per ricostruire. Ma è sempre il tempo per riflettere.