Home » innovazione

innovazione

aaa Lavoro del futuro innovazione partecipazione Post ricerche

Lavoro del futuro: andiamo avanti scrivendo Lettere al Sole

Finisce oggi questa lunga serie di articoli pubblicati dal Sole 24 Ore e dedicati al lavoro del futuro. Incontri straordinari e letture profonde. Soprattutto l’approfondimento di un tema che trasforma l’economia e il futuro in qualcosa di caldo e concreto, urgente e lungimirante. In questo post, continuerò a raccogliere i commenti di chi vorrà contribuire per poi pubblicarli tra le lettere al Sole 24 Ore il sabato. Ecco intanto alcune regolarità che sono emerse per la stesura dell’ultimo articolo (appena lo vedo online lo linko anche qui): 1. La legge di Moore mostra come la capacità di...

innovazione libri News

Cartaditalia. Nuove frontiere della ricerca scientifica italiana

Una pubblicazione dell’Istituto Italiano di Cultura a Bruxelles – cui ho dato un piccolo contributo – raccoglie tante storie di scienziati italiani alla frontiera della ricerca. Offre uno spaccato importante della capacità della ricerca italiana. Un potenziale che andrebbe valorizzato con molta maggiore intensità. La pubblicazione si scarica qui in pdf.

innovazione News

Letture. Blockchain come architettura distribuita per il sociale. Visione europea

La tecnologia e la matematica stanno cercando di trovare il modo di ricostruire una rete meno concentrata, con maggiore autonomia dei nodi e degli agenti indipendenti dalle grandi piattaforme. Ci sono persone straordinarie che stanno costruendo questa architettura. Dall’Europa arrivano segnalazioni importanti che offrono una visione concreta di quello che da questa impostazione si cerca di tirare fuori. p2pmodels: un investimento europeo da 1.5 milioni che cerca collaborazione: per una blockchain e un’intelligenza artificiale sociale Blockchains for Social Good: evento di Nesta a Torino...

innovazione News ricerche

Italia manifatturiera. Medie aziende: due volte più robot del resto del mondo

Secondo EY: «Le medie imprese italiane si dichiarano orientate al futuro con una particolare attenzione all’automazione robotica dei processi (RPA): l’11% ha già adottato l’RPA, contro il 5% a livello globale, e un ulteriore 15% dichiara che prevede di farlo nei prossimi dieci anni.» È uno dei dati che emergono dalla ricerca EY Growth Barometer 2017. Questa la sintesi che si legge nel comunicato stampa: EY Growth Barometer 2017: per il 52% delle imprese familiari italiane previsioni di crescita tra il 6 e il 10% nel corso del prossimo anno – Per le aziende familiari di tutto il mondo i...

aaa Lavoro del futuro innovazione Post ricerche

Lavoro del futuro: artigiano, mediatico, tecnologico

Dimensioni del lavoro del futuro. Forse di qualunque lavoro del futuro. In un mondo nel quale gli umani possono creare macchine alle quali insegnare una grandissima quantità di “mestieri”, il lavoro creativo resta, apparentemente, appannaggio dei creatori. Sapere come si fanno bene le cose, sapere raccontare perché le cose vanno fatte in quel modo, saperle produrre e distribuire nel mondo contemporaneo. Un mix di artigianato, media e tecnologia. Non c’è contraddizione tra artigiania e industria, ma di certo la loro convivenza questo sfida i sistemi produttivi a cercare un...

innovazione News perplessità

La responsabilità emergente di scegliere i geni dei figli

Nathan Treff è uno specialista della fertilizzazione in vitro. Sta lavorando a un progetto denso di conseguenze. Nella startup dove lavora, la Genomic Prediction, usa un mix di modelli informatici, test del DNA, intelligenza artificiale per predire quali embrioni svilupperanno probabilmente una forma di diabete. Il suo approccio si potrà generalizzare per ridurre le probabilità di nascite con problemi genetici. Ma non c’è dubbio che in breve tempo saranno proposte ai genitori scelte ancora più ampie: per esempio quella di decidere quale embrione sviluppare per avere figli più alti, più...

aaa Lavoro del futuro innovazione News ricerche

Le risorse umane per il lavoro del futuro

È davvero interessante cercare di comprendere come devono evolvere le direzioni delle risorse umane per gestire una transizione verso il lavoro del futuro che si annuncia complessa come non mai. La convivenza tra umani e macchine in particolare sembra richiedere un’attenzione molto delicata. Ma un fatto è certo: se si investe nelle macchine, si deve investire ancora di più nelle persone. Qualunque sia l’indicazione che viene dagli incentivi del governo. Oggi esce la nuova puntata della lunga serie dedicata al lavoro del futuro dal Sole 24 Ore. Tra l’altro, gli intervistati segnalano che le...

aaa Lavoro del futuro innovazione libri News

Lavoro del futuro: flessibilità non è strategia

Ti dicono che devi essere flessibile, perché il tuo mestiere nel futuro cambierà. E che magari dovrai adattarti a fare un lavoro che non corrisponde a quello che hai studiato. Ma questo non è il futuro. È quello che succede anche ora. E le persone hanno imparato a essere flessibili in quel senso. Sono state costrette a diventare flessibili. Il prossimo passaggio però è quello di diventare strategici. I flessibili cambiano con il cambiamento del contesto. Gli strategici accettano di cambiare per perseguire una loro idea. Se una strada per realizzarla è bloccata sanno individuare un percorso...

aaa Lavoro del futuro innovazione News ricerche

Il territorio per il lavoro del futuro

Una dimensione che si rivela fondamentale per affrontare il tema del lavoro del futuro è quella territoriale. Il territorio è il luogo delle relazioni più intense tra la tradizione e l’innovazione, tra le imprese e le università, tra le istituzioni e la società. Se funzionano queste relazioni consentono di mettere insieme quel poco che si sa del futuro e di agire di conseguenza. Difendendo centimetro per centimetro quello che si sa fare e investendo per farlo diventare ancora più importante. Nell’articolo di oggi sul Sole 24 Ore si affronta questo tema puntando sull’esempio dell’Emilia...

innovazione libri News

Intelligenze più o meno artificiali

Una delle scoperte che molti osservatori neofiti – come la maggior parte di noi – dell’intelligenza artificiale hanno fatto in questi ultimi tempi è che una gran parte delle cose che i computer sanno e sui quali esercitano la loro capacità di “apprendere” viene dagli umani. Da una parte si tratta di tutto il sapere che è stato pubblicato caoticamente sull’internet e di tutti i dati sugli utenti e le cose connesse, che hanno dato un’accelerazione straordinaria ai risultati di apprendimento delle intelligenze artificiali. Dall’altra parte si tratta di dati che vengono...

Luca De Biase

Knowledge and happiness economy Media and information ecology

Video