La gestione della conoscenza. Un corso all’università di Pisa

La gestione della conoscenza. Un corso all’università di Pisa

Il knowledge management è un concetto in piena evoluzione. Ne parliamo al corso 2018 all’università di Pisa. Nell’epoca della conoscenza, l’immateriale intorno al quale si concentra il valore non è più un patrimonio di dati ma un processo creativo. Del resto, in questo contesto, il management non è più la gestione di un insieme di risorse noto e stabile in virtù dell’applicazione di una volontà strategica definita dal livello imprenditoriale dell’azienda: è una cultura che interpreta le risorse e le loro capacità di rispondere alle sfide della contemporaneità.

Grazie a Enzo Rullani sappiamo che tutto questo ridefinisce l’economia. La conoscenza non genera valore automaticamente ma come frutto della relazione che intercorre tra tutti gli elementi della filiera, dal produttore all’utente. La conoscenza si moltiplica attraverso lo scambio. La conoscenza ha bisogno di un livello istituzionale-organizzativo per la distribuzione del valore. La scarsità non attiene la conoscenza, ma il senso.

Tutto questo fa del knowledge management un concetto chiave della nuova gestione aziendale. Ed è un grande onore parlarne con gli studenti di Digital Humanities a Pisa. Andando avanti con il corso ne darò conto in questo blog.

Qui sotto i libri per ora consigliati.

  • 15/02/2015 Orgoglio docente «No school can be better than those who work in it» dice l'Economist. Scuole con insegnanti che non ci credono più, società che non valorizzano e rispettano gli educatori, sistemi pubblici che hann...
  • 15/02/2018 Se ti capita di poter contribuire al progetto di una scuola nuova Se ti capita di poter contribuire al progetto di una scuola nuova, da dove cominci? La domanda non è retorica. Chiedo ai gentili commentatori di questo blog di contribuire. Tra l'altro, i loro c...
  • 08/10/2017 Due scenari per il lavoro del futuro Sono passati quasi vent’anni dalla pubblicazione de “Il lavoro nell’epoca della fine del lavoro” di Ulrich Beck. Il sottotitolo dell’edizione italiana curata da Einaudi era “Tramonto delle sicurezz...
  • 06/03/2011 La scuola dei cittadini – Martha Nussbaum – e l’Italia Martha Nussbaum scrive un libro coinvolgente, un libro di lotta per la salvaguardia e l'approfondimento della cultura pubblica: cioè per la cultura dei cittadini, per il sapere comune di chi convi...
  • 03/07/2016 Computer a scuola e internet aperta Mentre le regole per salvaguardare l'internet neutrale e aperta continuano a essere messere in discussione dalle lobby e difese dai movimenti dei diritti umani nell'era tecnologica, alcuni pionieri...
  • 24/01/2016 Digital Humanities, Bocconi e Bruxelles Una disciplina emergente. Le Digital Humanities sono partite come una sorta di applicazione delle tecnologie digitali alla ricerca degli umanisti, con attività di digitalizzazione degli archivi e a...
Add Comment Register



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *